Previsioni Meteo, temperature in calo: stop al caldo su Nord e Centro

MeteoWeb

Atteso un ridimensionamento delle temperature a cominciare dalle regioni settentrionali dove, nell’arco di pochi giorni si passerà dal caldo intenso a temperature di 3 o 4 gradi inferiori alla norma

La prima perturbazione di settembre apre la strada alle correnti atlantiche decretando così la fine del dominio anticiclonico e del caldo sulle regioni settentrionali e parte del Centro, mentre, come affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo, il Sud rimarrà almeno fino a venerdì alle prese con il bollente anticiclone Nord-Africano. Da sabato potrebbe cambiare lo scenario anche al Sud a causa del transito di un’altra perturbazione la cui traiettoria necessita di ulteriori verifiche nei prossimi giorni. L’aspetto principale legato a questa evoluzione è sicuramente un ridimensionamento delle temperature a cominciare dalle regioni settentrionali dove, nell’arco di pochi giorni si passerà dal caldo intenso a temperature di 3 o 4 gradi inferiori alla norma. Al Nordovest la nuvolosità sarà variabile: al mattino qualche rovescio isolato nel nord della Lombardia, mentre dal tardo pomeriggio possibili rovesci o temporali isolati in Piemonte e Lombardia, la probabilità di fenomeni aumenta verso sera. Anche al Nordest i fenomeni saranno a carattere intermittente, con spazio per alcune pause e anche un po’ di sole; solo sul settore alpino e prealpino centro-orientale le precipitazioni saranno maggiormente insistenti. Fenomeni isolati possibili nel resto del settore anche in pianura. Temperature massime in lieve calo al Nord; venti deboli e mari calmi o poco mossi. Al Centro nuvolosità molto variabile in un contesto di tempo per lo più ancora soleggiato: a inizio giornata locali temporali su estremo nordovest della Toscana, deboli piogge sui rilievi marchigiani; in seguito possibili temporali isolati anche su Toscana centro-occidentale, Umbria, nord delle Marche; temperature stazionarie o in lieve calo; venti deboli, mari poco mossi. Al Sud e in Sicilia tempo prevalentemente soleggiato con temperature stazionarie o in lieve aumento, venti deboli, mari calmi o poco mossi; in Sardegna formazione pomeridiana di nuvolosità cumuliforme nelle zone centro-orientali, temperature massime in calo, specie nell’Ovest, con vento moderato di Maestrale e mari da poco mossi a mossi.

nuvole1Domani giornata prevalentemente soleggiata al Centrosud e Isole; nuvolosità variabile al Nord e in parte anche al Centro, dove sarà molto più irregolare sulle regioni appenniniche e tirreniche; nubi in aumento sulla Sardegna nel corso del pomeriggio. Per quanto riguarda i fenomeni di pioggia, fino al pomeriggio a rischio soprattutto le fasce alpine e prealpine settentrionali, mentre in serata aumenta la probabilità anche in pianura, specialmente tra Piemonte, Lombardia, in parte anche su Veneto e Friuli Venezia Giulia. Vento moderato di Libeccio sul Mar Ligure, con mare da mosso a molto mosso. Temperature in calo al Nord, mentre ancora caldo estivo al Sud e in Sicilia. Venerdì giornata prevalente nuvolosa al Centronord, all’insegna di una instabilità crescente, con il rischio di fenomeni sparsi anche a carattere di rovescio e temporale inizialmente tra Levante Ligure, alta Toscana, Emilia, estremo Nordest e Sardegna. Nella seconda parte della giornata l’instabilità andrà a coinvolgere gran parte del settore centrosettentrionale. Le fasi più acute di maltempo, con fenomeni intensi, sembrano più probabili la sera sulle Venezie e nel corso della notte tra bassa Toscana, Lazio, Umbria e Marche. Al Sud nuvolosità decisamente più variabile, alternata a schiarite, e con il rischio di qualche focolaio temporalesco limitato ai monti della Sicilia. Temperature in calo al Nordest, al Centro e in Campania. Venti meridionali, localmente moderati su Tirreno e Isole. Possibile raffiche di vento intenso durante i temporali. Sabato mattina ancora rischio di forti rovesci o temporali tra Marche, Umbria e Lazio con successivo coinvolgimento anche della Campania. Tende comunque a migliorare in termini di instabilità nella seconda parte della giornata. Al Nord giornata ancora decisamente variabile e con fenomeni irregolari che saranno più frequenti e diffusi al Nordest. Ancora clima caldo con ulteriori rialzi all’estremo Sud, esclusa la Campania. Ulteriori cali di temperatura in gran parte del Centronord, in Sardegna e sul settore tirrenico tra Umbria e Lazio. Venti da moderati a localmente forti di Maestrale sulla Sardegna occidentale e sul medio Tirreno. Moderata tramontana in Liguria e probabile foehn sull’arco alpino occidentale. Domenica l’aria fresca si diffonderà anche al Sud scacciando il caldo intenso quasi ovunque; alle spalle del fronte si instaureranno correnti nord-occidentali più asciutte con tendenza ad un miglioramento significativo al Centronord, miglioramento che sarà un po’ più lento al Sud dove transiteranno ancora le ultime nuvole. Locali episodi di instabilità saranno possibili sul Friuli Venezia Giulia, lungo l’Appennino e nelle zone interne della Sicilia. Ventoso sul medio basso Adriatico e sulle isole dove insisterà il maestrale moderato. Il miglioramento di domenica prelude un inizio settimana di tempo piuttosto buono e senza rischio di ritorno di caldo intenso.