Rischio sismico: un nuovo programma di verifiche per Trieste

MeteoWeb

Valutazione del rischio sismico e previsioni più attendibili: questi i vantaggi del nuovo programma di verifiche sismiche adottato dalla Provincia di Trieste

La Provincia di Trieste ha deciso di non applicare nelle verifiche sismiche degli immobili di propria competenza le procedure tradizionali attualmente in uso basate su un approccio probabilistico (PSHA), che già più volte hanno fallito il loro scopo, rivelandosi inadeguate soprattutto per quanto riguarda i più recenti e distruttivi eventi sismici. La scelta della giunta regionale triestina, è stata quella di applicare una metodologia alternativa avanzata, già utilizzata in diversi paesi, che si basa su un metodo neo-deterministico (NDSHA), che consente una definizione del moto del suolo più adeguata per la progettazione e la pianificazione urbana.

Srischio sismicoebbene l’approccio probabilistico sia quello maggiormente adottato e approvato dalle normative vigenti, i risultati portano alla conclusione che sia concettualmente errato, in quanto poco preciso. A Trieste, dunque, si è deciso di affiancare il metodo NDSHA ai metodi tradizionali, perfezionandoli e rendendoli così maggiormente attendibili.

Anche il Parlamento della Repubblica si è espresso in tal senso, con l’approvazione da parte dell’VIII Commissione permanente Ambiente, Territorio, Lavori Pubblici della Camera dei Deputati della risoluzione conclusiva materia di isolamento sismico delle costruzioni civili e industriali. In sostanza è stata ribadita la necessità di prevedere che, per la valutazione dei dati di pericolosità sismica, si affianchi al metodo probabilistico quello deterministico e, comunque, che il progettista di strutture isolate sismicamente faccia riferimento anche ai dati ottenuti con quest’ultimo metodo per determinare lo spostamento massimo di progetto degli isolatori.

rischio sismicoLa decisione della Provincia di Trieste, è arrivata a seguito di una collaborazione, durata più di 5 anni, con il team del Prof. Giuliano Panza dell’Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Matematica e Geoscienze, esperto nel campo della valutazione del rischio sismico. La collaborazione tra la Provincia di Trieste e il team di Panza è iniziata formalmente tra il 2007 e il 2008, quando agli esperti è stato chiesto un approfondimento del quadro di rischio nel centro storico di Trieste, già individuato come uno dei più significativi dal Programma Provinciale di Previsione e Prevenzione dei Rischi adottato con deliberazione consiliare nel 2007.