Spazio: su Marte scorrono minuscoli ruscelli di acqua salata

MeteoWeb

Obiettivo della missione di Mro è l’analisi dettagliata di Marte per individuare un potenziale luogo di atterraggio per future missioni sul pianeta

Su Marte scorrono minuscoli ruscelli di acqua salata. E’ il sorprendente annuncio della Nasa fatto in una conferenza stampa. Lo studio è stato pubblicato su ‘Nature Geoscience’. Questi piccoli ‘corsi di acqua salmastra’ compaiono periodicamente e lasciano striature grigiastre fino ad ora rimaste un mistero. La scoperta è stata possibile grazie a immagini ad alta risoluzione ed al lavoro del satellite statunitense Mro-Mars Reconnaissance Orbiter. Il team di ricercatori guidato da Lujendra Ojha, del Georgia Institute of Technology di Atlanta, in Georgia, ha analizzato i dati spettrali dello strumento Crism a bordo di Mro. Il Mars Reconnaissance Orbiter è una sonda spaziale polifunzionale della Nasa lanciata il 12 agosto 2005. Obiettivo della missione di Mro è proprio l’analisi dettagliata di Marte per individuare un potenziale luogo di atterraggio per future missioni sul pianeta. Lo strumento Crism (Compact Reconnaissance Imaging Spectrometers for Mars) è invece uno spettrometro che funziona nel visibile e con la luce infrarossa. La sua missione è produrre mappe dettagliate della mineralogia del pianeta. Crism ha un potere risolutivo di 18 metri a 300 chilometri ed opera tra la frequenza di 400 nanometri e quella di 4050 nanometri. Grazie ai dati inviati a Terra da Crism su Mro, il team di ricercatori ha osservato che questi ruscelli di acqua salmastra “appaiono durante i mesi estivi” di Marte e, quando le temperature scendono, scompaiono. Gli scienziati, come riporta lo studio di ‘Nature Geoscience’, hanno scoperto tracce di sale che però si formano solo in presenza di acqua. I canali sono osservati nelle immagini satellitari come linee sottili e scure, solitamente inferiori ai cinque metri di ampiezza, scavate nelle pareti delle rocce nell’area equatoriale del pianeta rosso.