Spazio: Thales Alenia Space firma con ESA la nuova fase Neosat

MeteoWeb

Thales Alenia Space ha siglato oggi con Esa la fase c/d del contratto per l’intero sviluppo e la qualifica della sua linea di prodotto di Piattaforme Satellitari di Nuova Generazione

Ai blocchi di partenza le piattaforme di telecomunicazioni europee di nuova generazione. “Grazie al completamento della fase preliminare della progettazione del programma Neosat, avviata con il supporto dell’Agenzia Spaziale Europea e dell’agenzia saziale francese Cnes attraverso il Pia (Piano d’investimenti futuro), Thales Alenia Space ha siglato oggi con Esa la fase c/d del contratto per l’intero sviluppo e la qualifica della sua linea di prodotto di Piattaforme Satellitari di Nuova Generazione, Spacebus Neo”. Ad annunciarlo è la stessa joint venture tra Thales (67%) e Finmeccanica (33%). Il programma Neosat, gestito congiuntamente da Esa e Cnes, fornisce supporto a Thales Alenia Space “per la realizzazione di satelliti di 3-6 tonnellate commercialmente competitivi per rispondere alle esigenze degli operatori satellitari, in un mercato altamente concorrenziale come quello della comunicazione satellitare mondiale”. Thales Alenia Space ha istituito consorzi industriali in tutta Europa, in paesi quali Francia, Italia, Regno Unito, Belgio, Spagna, Svezia, Svizzera, Repubblica Ceca, Romania, Olanda, Austria, Finlandia, Irlanda, Lussemburgo, Polonia e Portogallo per sviluppare e fornire componenti chiave per una nuova linea di produzione. Spacebus Neo avrà a bordo importanti soluzioni innovative quali una soluzione completamente elettrica altamente affidabile; un sottosistema termico di controllo fortemente innovativo; un sottosistema di potenza ottimizzato; un design flessibile e altamente modulabile.  “Il programma Neosat -ha spiegato Bertrand Maureau, VP Telecommunication Thales Alenia Space- è per la nostra società una delle massime priorità, per sviluppare una nuova serie di Spacebus Neo che unirà innovazione e tradizione, al fine di ottenere una linea di prodotti satellitari interamente modulare e fortemente competitiva”. “Abbiamo iniziato a proporre Spacebus Neo sul mercato ed i riscontri positivi dei nostri clienti commerciali su questo prodotto sono la prova che la collaborazione proficua tra Agenzie è la giusta chiave in un mondo competitivo” ha sottolineato Maureau. “Il programma dell’Esa Neosat sta guidando lo sviluppo della prossima generazione di piattaforme per le telecomunicazioni per far mantenere all’Europa -ha evidenziato Magalie Vaissière, Direttore Esa delle Telecomunicazioni e Applicazioni Integrate- la posizione di protagonista del mercato mondiale delle comunicazioni satellitari”. “I produttori europei di satelliti -ha concluso- dimostrano che l’innovazione può fiorire in un mercato competitivo”.