Strage all’air show di Shoreham: fu colpa del pilota, volava troppo basso

MeteoWeb

Andy Hill, il pilota, diede il via alla manovra all’air show di Shoreham quando si trovava a soli 60 metri di quota quando l’altezza minima prescritta per il looping è di oltre il doppio, 150 metri

La responsabilita’ della strage all’air show di Shoreham nel Sussex, in cui il 22 agosto scorso rimasero uccise 11 persone, e’ da attribuire al pilota del jet, un Hawker Hunter degli anni ’50, perche’ inizio’ la manovra’ acrobatica, il looping o giro della morte, quando era troppo basso. E’ quanto emerge dai risultati preliminari dell’inchiesta, Andy Hill, il pilota, diede il via alla manovra quando si trovava a soli 60 metri di quota quando l’altezza minima prescritta per il looping e’ di oltre il doppio, 150 metri. Questo errore iniziale vizio’ tutta la manovra perche’ quando usci’ dal looping, il pilota non aveva sufficiente spazio dal terreno per completare in sicurezza la manovra e, malgrado il tentativo in extremis di riprendere quota, si schianto’ sulla vicina superstrada A27.