Temporali e frane su Calabria e Sicilia, domani nuova allerta

MeteoWeb

In Calabria il maltempo ha interessato principalmente la fascia ionica, oggetto anch’essa di piogge intense. In provincia di Messina le piogge hanno provocato lo straripamento del torrente San Giovanni, creando problemi al traffico locale

Piogge e temporali stanno tormentando le regioni del Sud, in special modo Calabria e Sicilia, per le quali la Protezione Civile ha previsto per domani criticita’ rossa. Tra l’altro, in una nota che integra ed estende quella diffusa ieri, la Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo fino alla giornata di domani. Nel frattempo sono stati numerosi i disagi provocati dalle piogge: frane, che hanno interessato soprattutto la Sicilia, allagamenti di molte stazioni ferroviarie e difficolta’ nei collegamenti stradali, ferroviari e marittimi. Secondo la Protezione Civile, le precipitazioni continueranno anche domani e saranno “intense e diffuse” dalle prime ore del giorno, accompagnate in qualche caso – soprattutto in Sicilia – “da fulmini, grandinate e forti raffiche di vento“. Ma non basta: il dipartimento ha valutato per oggi “una criticita’ per rischio idrogeologico su gran parte della Sicilia e della Calabria e per domani una criticita’ rossa sulla Calabria centro-meridionale, mentre e’ prevista criticita’ arancione sulle restanti zone della Calabria, sulla Sicilia nord-orientale e sulla Puglia meridionale“.

reggio calabria 1La massa d’acqua caduta ha provocato molte frane, soprattutto nell’Agrigentino, come a Cattolica Eraclea, dove una porzione del costone che sovrasta la localita’ balneare di Eraclea Minora e’ smottata. Il movimento franoso ha coinvolto anche alcune villette che sono state fatte evacuare dai carabinieri. In provincia di Messina le piogge hanno provocato lo straripamento del torrente San Giovanni, creando problemi al traffico locale. Ancora in Calabria si e’ allagato l’ospedale di Melito Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria, che ha obbligato i responsabili del nosocomio a trasferire alcuni pazienti. Per colpa dei forti venti, inoltre, da segnalare quanto occorso alla nave Pietro Novelli della Compagnia delle Isole, che – partita da Milazzo – ha urtato la banchina del porto di Vulcano, riportando un black out elettrico e ai motori. Il natante e’ poi riuscito ad attraccare e i 24 passeggeri a bordo sono riusciti a sbarcare. In Calabria il maltempo ha interessato principalmente la fascia ionica, oggetto anch’essa di piogge intense, che tuttavia non hanno creato problemi alla circolazione stradale. Lavoro straordinario per i vigili del fuco di Reggio Calabria, che hanno dovuto far fronte a centinaia di interventi per allagamenti di scantinati, alberi caduti sulle strade e automobilisti rimasti in panne.