Tragedia in montagna, ragazza di 25 anni muore sulla Sisilla: i precedenti

MeteoWeb

Ancora un incidente in montagna. Questa volta la vittima è un’alpinista italiana di 25 anni, di Camposampiero (Pd), morta dopo essere precipitata dal Coston della Sisilla, un’alta parete panoramica nel Gruppo del Sengio Alto, poco distante dal Rifugio Campogrosso.

Ecco alcuni degli episodi più recenti:

  • – 10 SETTEMBRE: Un turista tedesco di 75 anni muore cadendo da un sentiero sulla Cima La Bianca, nel territorio di Racines, in provincia di Bolzano, dopo essere precipitato per un centinaio di metri.
  • – 8 SETTEMBRE: Viene trovato morto dal figlio, che partecipava alle ricerche, l’uomo disperso dalla fine di agosto dopo un’escursione in Valgrisenche. La vittima, un francese, sarebbe precipitato mentre camminava lungo un sentiero ripido.
  • – 1 SETTEMBRE: Un ragazzo di 24 anni, di Brescia, muore in Alta Valle Camonica. Appassionato di reperti, si era diretto alle Bocchette di Val Massa, in Alta Valle Camonica, ma sulla via del rientro è scivolato dall’alto sul sentiero sottostante, il n. 55, ed è caduto per circa 80 metri, riportando ferite mortali.
  • – 28 AGOSTO: Un alpinista italiano muore dopo essere precipitato per 40-50 metri mentre risaliva, primo di cordata, la Via Ada sul Col dei Bos, a Cortina nel bellunese. L’alpinista è volato a tre tiri dalla fine, cadendo nel vuoto per 40-50 metri e sbattendo sulla parete.
  • – 27 AGOSTO Un alpinista perde la vita sui monti dell’Ortles, in provincia di Bolzano, mentre un’escursionista francese muore sul Passo Tre Croci nel bellunese.
  • – 22 AGOSTO: Un uomo precipita per 200 metri e perde la vita in una ripida scarpata in Val Carazzagno, sopra il lago di Arsiè, in Veneto. Lo stesso giorno, in Alto Adige, un altro escursionista muore mentre cerca di raggiungere il rifugio Petrarca.
  • – 21 AGOSTO: Oliviero Bellinzani, conosciuto come ‘l’uomo con le ali’ perché dal 1977 scalava le montagne senza una gamba, muore sotto la cima del Grauhorn, nel massiccio dell’Adula, al confine tra Ticino e Grigioni, in Svizzera.
  • – 20 AGOSTO: Due escursionisti muoiono in Piemonte. Un 70enne precipita sul sentiero della Val Servin a monte della Borgata Villaretto nel Comune di Usseglio, un 50enne perde la vita sul Monte Oronaye.
  • – 18 AGOSTO: Un alpinista è morto dopo essere precipitato mentre con un compagno affrontava la via Gervasutti sul Monte Bianco.
  • – 14 AGOSTO: A Belluno una donna di 81 anni muore dopo essere precipitata da un’altezza di 5 metri durante un’escursione in montagna . L’incidente avviene lungo il sentiero Astaldi che dal Rifugio Dibona porta al Pomedes, sotto le Tofane. La donna rotola per una cinquantina lungo il ghiaione sottostante.
  • – 10 AGOSTO: Un escursionista precipita per decine di metri sul Cristallo a Cortina D’Ampezzo. Il corpo viene recuperato dall’elicottero del Suem di Pieve di Cadore.
  • – 9 AGOSTO: Un escursionista precipita per circa 200 metri in un dirupo nella zona del Monte Frerone, in Bazena, sopra Breno. L’uomo muore sul colpo.
  • – 8 AGOSTO: Il giornalista Roberto Landucci muore sul Monte Rosa. A provocare l’incidente a 3.900 metri di quota, durante una cordata in cui la vittima era impegnata con un amico, è la rottura di un rampone.
  • – 7 AGOSTO: Un alpinista di 41 anni di Trescore Balneario, nel Bergamasco, muore nella zona del Corno di Grevo, in Valsaviore (una valle laterale della Valcamonica), situato sopra il Forcel Rosso e la Valle Adamé, verso il confine con il Trentino.
  • – 1 AGOSTO: Un escursionista bellunese muore nella Valle di Gares. L’uomo, D.C., 46 anni, di Pieve d’Alpago, sta percorrendo con un amico il sentiero numero 704 che porta all’Orrido delle Comelle, a circa 1.600 metri di quota, quando non distante dalla cascata, scivola, cadendo nel vuoto e finendo sul sentiero sottostante, una cinquantina di metri più in basso.
  • – 23 LUGLIO: Un escursionista lodigiano di 66 anni muore dopo essere precipitato da un sentiero nel canale sottostante, a circa 2.200 metri, nel bellunese.
  • – 12 LUGLIO: Un alpinista di 55 anni, S.P., di Monte Marenzo (Lecco), precipita e muore a Grignetta, nei pressi dell’Attacco del Fungo. L’uomo si sta preparando per l’arrampicata quando, dopo essere inciampato cade, precipitando in un dirupo per un centinaio di metri.
  • – 9 LUGLIO: Un alpinista tedesco, F.M. di 55 anni, muore precipitando dal Gran Zebrù sul versante verso Pizzini, nel gruppo Ortles-Cevedale, in Trentino Alto Adige.
  • – 25 GIUGNO: Due alpinisti stranieri muoiono sul colpo dopo una caduta di quasi 700 metri mentre scendono dal canale del Gouter, sul Monte Bianco. Lo stesso giorno un’altra giovane alpinista cade nella stessa zona e viene ricoverata in ospedale in gravi condizioni. Il canale dove avvengono i due incidenti viene soprannominato da alcuni il ‘canale della morte’.
  • – 7 GIUGNO: Un escursionista precipita in montagna sul versante lunigianese del monte Bocco, sull’appennino tosco-emilano. Il corpo dell’uomo viene individuato e recuperato dalle squadre del Soccorso Alpino e dall’elisoccorso. Lo stesso giorno sul Gran Sasso a quota 2800 metri, un alpinista di origini austriache muore dopo un volo di diverse centinaia di metri a valle mentre sta tentando un’ascesa per la ”direttissima” al Corno Grande. Un altro alpinista anche lui austriaco rimane invece illeso.
  • – 2 GIUGNO: Due alpinisti cadono mentre percorrono il sentiero del Postino, sul Monviso. Le salme vengono individuate e recuperate dal Soccorso Alpino per essere trasferite a Pian della Regina a disposizione della magistratura.
  • – 1 GIUGNO: Un alpinista biellese muore dopo essere precipitato lungo la via normale del Monviso.
  • – 31 MAGGIO: Uno scalatore di Bellaria (Rimini), G.R., 49 anni, precipita da un salto di roccia di 50 metri, e muore. L’incidente si verifica alla base della palestra di roccia della Val Frenzela, sul versante che dà verso Foza.
  • – 30 MAGGIO: Un escursionista muore dopo essere scivolato e precipitato per 250 metri sulle Alpi Apuane. La vittima si trova insieme a una comitiva per un’escursione tra la Pania della Croce e il Pizzo delle Saette. L’uomo, 73 anni, muore sul colpo.