Tumori: un farmaco anti-diabete promettente contro la leucemia mieloide cronica

MeteoWeb

Nonostante esistano diverse strategie per combattere la leucemia mieloide cronica, queste non sono efficaci per tutti

Curare la leucemia cronica con un farmaco anti-diabete. E’ questa la scommessa di un gruppo di ricerca internazionale che ha pubblicato su ‘Nature’ i risultati di uno studio preliminare. Nonostante esistano diverse strategie per combattere la leucemia mieloide cronica, queste non sono efficaci per tutti. Da qui l’idea di un trattamento combinato che unisca la terapia standard con quella a base di pioglitazone, un comune principio attivo dei farmaci anti-diabete. Nello studio, pubblicato su ‘Nature’, il pioglitazone è stato somministrato a 24 pazienti che non avevano risposto bene al trattamento standard. Dopo 12 mesi il 50% era in via di miglioramento, mentre le prime tre persone che hanno preso il farmaco non hanno avuto nessun indicatore di malattia per i 5 anni successivi. La leucemia mieloide cronica è una forma rara di tumore del sangue che in Italia fa registrare ogni anno circa 650 casi tra gli uomini e 500 fra le donne (dati diffusi sul sito dell’Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro), specie anziani. La speranza dei ricercatori è che il trattamento combinato possa essere utile per combattere altre forme di tumori simili, anche se devono ancora essere indagati a fondo gli effetti collaterali del pioglitazone nei pazienti oncologici. Peter Johnson, della charity Cancer Research Uk, commenta alla Bbc online: “Questo studio è la dimostrazione di come la conoscenza della biologia delle cellule tumorali possa contribuire a migliorare le terapie per i pazienti. Tuttavia – precisa l’esperto – si tratta di una ricerca preliminare basata su un piccolo numero di pazienti. Sarà interessante scoprire se questo trattamento combinato funziona anche in trial clinici più ampi”.