Uragano Katrina: 10 anni dopo l’industria del gioco rivendica il suo ruolo nella ricostruzione

MeteoWeb

Il gioco d’azzardo ha salvato l’economia dei paesi distrutti dall’uragano katrina: è quanto sostiene l’Aga, American gaming association, che ricorda come in quegli anni grazie all’industria del casinò e del gaming sono stati catalizzati milioni di dollari per la ricostruzione

A dieci anni dall’uragano Katrina, l’industria del gaming rivendica il suo contributo alla ricostruzione della regione della costa del golfo degli Stati Uniti. L’Aga, American gaming association, ricorda che i casino’ sono stati impegnati nell’aiutare le comunita’ piu’ colpite. Secondo un’analisi di Espn (Entertainment & Sports Programming Network), emittente televisiva statunitense dedicata allo sport, negli anni successivi all’uragano l’azzardo e’ stato un importante catalizzatore economico. Il settore ha fatto registrare una forte crescita in Louisiana. Nell’ottobre 2004, per fare un esempio, il video poker aveva un fatturato di 47,58 milioni di dollari, a ottobre 2005 era salito a oltre 59 milioni. Secondo uno studio del 2014, l’industria del gioco contribuisce per oltre 4 miliardi di dollari all’economia del Mississippi, con circa 37.000 posti di lavoro e quasi 1,5 miliardi di dollari di entrate. “L’uragano Katrina ha avuto un impatto penalizzante sul settore dei casino’ in Louisiana e Mississippi – ha detto Geoff Freeman, presidente e Ceo di Aga – ma ci siamo impegnati a ricreare 68.000 posti di lavoro e garantire 2,5 miliardi di salari per i nostri dipendenti nella regione. A dieci anni di distanza il gioco nell’area continua ad essere un grande traino economico sostenendo oltre 2,2 miliardi di tasse per i servizi essenziali come le infrastrutture che hanno permesso la ricostruzione”.