Vendemmia in Slovacchia: coltivazione dell’uva sembra essere buona, qualità ancora da valutare

MeteoWeb

E’ iniziata in questi giorni per la maggior parte dei coltivatori in Slovacchia la raccolta dell’uva per la vendemmia 2015. I viticoltori della regione dei Bassi Carpazi, vicino a Bratislava, dicono che il raccolto sembra essere buono, anche se quest’estate la siccita’ ed il caldo sono stati un po’ troppo forti. “La maturazione e lo stato di salute delle uve finora e’ buona” ha dichiarato all’agenzia stampa “Tasr” Fedor Malik Jr, viticoltore di Modra, figlio del noto enologo slovacco Fedor Malik, aggiungendo che: “cio’ nonostante, la qualita’ e il carattere del vino non saranno chiari fino all’autunno”. L’agricoltore Milan Skovajsa di Pezinok sembra essere ottimista, sottolineando il fatto che quest’anno i vitigni non abbiano subito malattie significative.

vendemmia“Siamo stati in grado di ridurre la quantita’ di prodotti chimici e, in molti casi, di poter utilizzare solamente misure preventive. Anche il breve periodo di pioggia nella seconda meta’ di agosto, che e’ seguito a un lungo periodo di caldo, ha aiutato le uve a maturare”, sono state le parole di Skovajsa rilasciate a “Tasr”. “Speriamo che non vi siano delle complicazioni e di poter produrre uno dei migliori vini degli ultimi anni”, ha aggiunto. Nella zona della Trnava la vendemmia partira’ con un ritardo di circa tre settimane anche rispetto al 2012, un altro anno record per il caldo, per via del fatto che le temperature troppo elevate raggiunte quest’anno nella zona hanno di fatto bloccato la maturazione dell’uva.”Nel 2012, quando si e’ registrato un caldo simile, abbiamo iniziato la raccolta il 21 di agosto. Quell’anno e’ stato secco ma comunque con precipitazioni maggiori che quest’anno”, ha detto dichiarato Jozef Zvolensky a capo della societa’ a conduzione famigliare Terra Parna di Sucha nad Parnou, in Trnava.