Viaggi e turismo: alla scoperta delle bellezze di Malta

/
MeteoWeb

Tra storia e mito, tra arte e divertimento notturno, ecco cosa vedere a Malta!

Storie millenarie e fortezze ancestrali si intrecciano indissolubilmente nella vita dell’arcipelago maltese , che sin dalle origini ha svolto un ruolo preponderante nella storia dell’Europa.Situata nel cuore del Mediterraneo,  l’isola è stata polo di attrazione per innumerevoli popolazioni antiche che sono approdate sulle sue coste, ma soprattutto ciò che la rende una meta privilegiata per arte e cultura sono sicuramente  i straordinari lasciti  dell’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni , che l’hanno resa una cittadina unica al mondo. Era il 1530 quando Carlo V donò l’isola ai Cavalieri, e così per fronteggiare gli attacchi continui da parte dei Turchi si decise di costruire possenti fortificazioni , come Forte sant’Angelo e Forte sant’Elmo, edificati sulla costa settentrionale dell’isola tutt’oggi visitabili; emblematica la stella a otto punte maltese , simbolo dell’Ordine.

stella a otto punte
stella a otto punte

Doveroso iniziare a visitare La Valletta, in cui sorge la City gate, la porta principale della città e da cui si diramano le altre due strade maggiori: Freedom Square e Repubblic Street. Ciò che rende memorabile La Valletta è sicuramente l’opera novecentesca dello scultore maltese  Vincent Apap e la sua Fontana del Tritone. Equiparabile alla nostra via Condotti romana, Repubblic street è invece famosa per essere la strada dello shopping , in cui gli iconici orologi maltesi, disponibili in svariati modelli e lavorazione a mano, sono esposti in tutte le vetrine dei negozi. Imperano lungo la strada la Chiesa di Santa Barbara e la Chiesa di San Francesco, oltre che la Biblioteca Nazionale di Malta e la cinquecentesca Casa Rocca Piccola, dimora dei più importanti esponenti dell’aristocrazia antica.

Al museo Nazionale delle belle Arti, in South Street, sono esposti prestigiosi capolavori pittorici, tra cui le opere del Perugino, Valentini, Reni , Preti e tanti altri Maestri. Anche Caravaggio arrivò all’isola nel lontano 1607 e un anno dopo venne nominato Cavaliere di  Grazia. Del Michelangelo si può ammirare la Decollazione di San Giovanni Battista, dipinta nel 1608 per l’oratorio della co-cattedrale di La valletta.

Ma l’isola di Malta non è solo cultura e arte, anche divertimento e movida: i locali per la notte abbondano a Paceville, in cui in tutte le stradine interne riecheggia la musica ritmata dei locali che rimbomba per tutta la notte. Gli amanti del mare rimarranno estasiati dalla bellezza delle spiagge bianche e dalla limpida acqua della Grotta Azzurra.