Aereo civile si schianta nel Sinai: l’Egitto smentisce l’abbattimento da parte dell’Isis

MeteoWeb

“Per abbattere un aereo a quell’altezza i jihadisti dovrebbero avere armi sofisticate che certamente non hanno”

L’Isis ha rivendicato con un comunicato e un video il presunto abbattimento dell’aereo russo in Sinai centrale. Ma fonti della sicurezza egiziana smentiscono con forza l’autenticita’ della rivendicazione e affermano che il velivolo volava a un’altitudine tale da non poter essere abbattuto dai jihadisti. Con un comunicato su Twitter, la Provincia dell’Isis in Sinai afferma di aver abbattuto l’aereo e aver ucciso “oltre 220 crociati russi”, a bordo. “Voi russi e i vostri alleati non sarete piu’ sicuri sui cieli dei Paesi musulmani”. Su alcuni siti arabi e’ stato pubblicato un video, nel quale si afferma di riprendere “il momento della caduta dell’aereo russo”. Fonti della sicurezza egiziana smentiscono con forza l’autenticita’ della rivendicazione e affermano che il velivolo volava a un’altitudine tale da non poter essere abbattuto dai jihadisti, oltre 10.000 metri di altezza. Il video “e’ stato chiaramente fabbricato”, si sottolinea: “Per abbattere un aereo a quell’altezza i jihadisti dovrebbero avere armi sofisticate che certamente non hanno”.