Aereo civile si schianta nel Sinai: precipitato per un “guasto tecnico”

MeteoWeb

Precipitato a causa di un “guasto tecnico”, il pilota aveva segnalato un problema alla torre di controllo

L’aereo russo che si è schiantato questa mattina nella penisola del Sinai è precipitato a causa di un “guasto tecnico”. Lo ha detto Ayman al-Mokadem, che è a capo della commissione egiziana incaricata di monitorare le operazioni successive all’incidente. Citato dal sito del quotidiano ufficiale al-Ahram, al-Mokadem ha smentito ogni ipotesi di abbattimento o attentato, spiegato che il pilota aveva segnalato un problema tecnico alla torre di controllo, chiedendo di poter effettuare un atterraggio d’emergenza nell’aeroporto più vicino. Sempre secondo al-Mokadem, lo schianto sarebbe avvenuto mentre il pilota tentava di atterrare all’aeroporto di al-Arish, nel Sinai settentrionale. Secondo al-Ahram, l’Airbus A-321 della compagnia russa Kogalymavia aveva a bordo 217 passeggeri e sette membri dell’equipaggio. Era partito da Sharm al-Sheikh alle 5.58, diretto a San Pietroburgo. Alle 6.20 le autorità egiziane hanno perso il contatto radar con il velivolo. Sul luogo dello schianto sono presenti un team che cerca la scatola nera e almeno 45 ambulanze.