Allerta Meteo Sardegna: case evacuate a Olbia, ecco i numeri di emergenza

MeteoWeb

“Ci prepariamo a un’altra giornata campale”, ha dichiarato il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli

Mentre cresce il numero delle evacuazioni per allagamento nelle strade del quartiere San Giovanni di Olbia, il Comune ha reso noti i numeri di telefono di emergenza. Per chiedere assistenza o un alloggio sostitutivo occorre chiamare il numero 0789 52184. Per le persone con problemi motori e disabilita’ e’ operativo il numero 0789 52297. La protezione civile regionale segnala un peggioramento delle condizioni meteo per il pomeriggio sulla Gallura, dove a San Teodoro un canale esondato ha causato l’allagamento di abitazioni e di un supermercato. “Ci prepariamo a un’altra giornata campale”, ha dichiarato il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli che dalle 12 di ieri, assieme alla giunta, non lascia la centrale operativa del Coc dove lavorano anche i tecnici comunali, precettati, con turni di quattro ore. Il sindaco si e’ soffermato sulle criticita’ che hanno contribuito a causare la seconda alluvione nel giro di due anni nella citta’ gallurese. Dal ponte di via Vittorio Veneto (gia’ distrutto nel novembre del 2013) alla ferrovia che attraversa via Portogallo ad altre opere “incongrue”, come la rampa di via Roma che immette nella zona dello stadio, basata su pilastri che ostruiscono il deflusso delle acque. Tutte opere che l’amministrazione comunale ha chiesto di poter abbattere con procedure accelerate e per le quali, nei primi giorni di ottobre, era previsto un incontro tecnico a Cagliari. “Quanto al ponte di via Vittorio Veneto”, ha spiegato il sindaco, “avevamo chiesto di ricostruirlo ex novo con una campata unica e non uguale al precedente, ma i fondi della protezione civile per le emergenze riguardavano esclusivamente il ripristino e non e’ stato possibile farlo. I risultati sono gli occhi di tutti”. In Gallura, intanto, resta chiusa al traffico per precauzione la strada statale 127 “Settentrionale Sarda” dal km 3,600 al km 10,500 nei territori di Olbia e Telti, a causa del pericolo rappresentanto dal rio Siligheddu ingrossato dalle abbondanti piogge. Sul posto operano squadre dell’Anas e dei vigili del fuoco.