Allerta Meteo Sardegna: rioni sott’acqua a Olbia, è stato di calamità naturale

MeteoWeb

Da Cagliari sono partite due colonne mobili, inviate dalla Regione, in direzione Olbia

Il Comune di Olbia, oggi in pieno deja vu a due anni dalla devastante alluvione del 18 novembre 2013, dichiarera’ nelle prossime ore lo stato di calamita’naturale. A causa delle abbondanti precipitazioni cominciate ieri pomeriggi alcune famiglie hanno dovuto lasciare le abitazioni. I primi sfollati, stanno affluendo nel centro di raccolta situato nelle scuole del rione Isticcadeddu. Da Cagliari sono partite due colonne mobili, inviate dalla Regione, in direzione Olbia. Attesi in citta’ anche i militari della Brigata Sassari. Trovano conferma dalla Protezione civile regionale le notizie che riguardano un’ulteriore peggioramento delle precipitazioni sul versante nordorientale della Sardegna. A Olbia, dove diversi quartieri sono sott’acqua a causa dell’esondazione del rio Siligheddu che attraversa il centro urbano, ha ripreso a piovere con insistenza poco prima di mezzogiorno. La situazione e’ fonte di preoccupazione per il sindaco della citta’, Gianni Giovannelli, il quale, in una conferenza stampa tenutasi nella edificio che ispita il Coc (centro operativo comunale) ha invitato nuovamente i cittadini a soggiornare nei piani alti delle abitazioni e, in particolare, a limitare al massimo gli spostamenti in auto che, sostiene il primo cittadino, stanno ostacolando il lavoro delle forze dell’ordine e dei soccorritori. La situazione e’ critica anche nelle campagne. Nella borgata di San Giovanni una coppia di anziani, colta dal panico nella propria abitazione, e’ stata soccorsa e messa in salvo.