Alluvione Costa Azzurra: “La nostra economia provoca il caos climatico”

MeteoWeb

Achim Steiner, direttore dell’Unep, il Programma ambiente delle Nazioni Unite, esprime la sua opinione dopo il disastro in Costa Azzurra

“Dal punto di vista scientifico la situazione e’ chiara: e’ il nostro sistema produttivo a provocare il caos climatico che ci danneggia. Adesso la parola passa ai decisori, alla conferenza di Parigi chiamata a scrivere la road map verso la green economy”. Lo dice Achim Steiner, direttore dell’Unep, il Programma ambiente delle Nazioni Unite, intervistato da Repubblica dopo il disastro in Costa Azzurra. Steiner evidenzia che ora c’e’ piu’ consapevolezza, che “il trend si e’ rovesciato: abbiamo cominciato a tagliare le emissioni previste, mentre fino a ieri crescevano. Questo dimostra che cambiare e’ possibile”. “L’aumento della temperatura va fermato entro la soglia dei 2 gradi: su questo – rileva – c’e’ ormai un consenso molto ampio”. “Bisogna reinventare l’economia in tutti i campi – afferma -: edilizia, trasporti, industria manifatturiera, agricoltori. Non e’ un’impresa impossibile. Basta pensare che 15 anni fa in Europa l’80 per cento dei nuovi impianti di energia funzionava con i combustibili fossili, oggi il 72 per cento dei nuovi impianti europei utilizza fonti rinnovabili”. Inoltre, “da due anni piu’ del 50 per cento degli investimenti globali sull’energia viene collocato sulle fonti rinnovabili, parliamo di 270 miliardi di dollari all’anno. E queste cifre tenderanno ad aumentare anche grazie al Fondo per agevolare il trasferimento delle tecnologie pulite previsto negli accordi sul clima”.