Alluvione in South Carolina: migliaia di case e aziende distrutte, danni per oltre 1 miliardo di dollari

MeteoWeb

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama lunedì ha dichiarato lo stato di emergenza in diverse contee della South Carolina

I danni della devastante alluvione, provocata dall’uragano Joaquín, che questa settimana ha causato almeno 17 morti in South Carolina potrebbero superare il miliardo di dollari. I dati dovrebbero essere resi noti nel pomeriggio americano da Ray Farmer, funzionario del governo della South Carolina. Intanto gli abitanti della zona, che rischiano di non essere coperti da alcuna assicurazione per i danni alle loro case, restano in attesa di una valutazione preliminare che verrà stilata per venerdì pomeriggio. “Stiamo ancora lavorando sulle stime, ma è desolante. Ci sono così tanti danni alle infrastrutture, e per di più danni significativi alle case, alle automobili e alle attività commerciali. Molte aziende non hanno riaperto”, ha dichiarato Farmer al quotidiano Guardian. In molti temono che gli abitanti, pur avendo un’assicurazione sulla casa, non verranno ripagati per i danni subiti. La zona non era mai stata colpita da alluvioni di questa portata e i residenti non avendo avuto necessità, non hanno avuto bisogno di una polizza per la copertura di danni ambientali o calamità naturali. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama lunedì ha dichiarato lo stato di emergenza in diverse contee della South Carolina aprendo la possibilità all’arrivo di fondi federali. Secondo i dati diffusi giovedì scorso dalla città di Columbia, capitale dello stato della South Carolina, le piogge abbondanti, le alluvioni e le esondazioni hanno distrutto 5.200 case in tutta la contea di Richland e hanno costretto circa 450 residenti a evacuare le loro case.