Alluvione Olbia: è il momento della conta dei danni, 40 sfollati negli hotel

MeteoWeb

Dopo aver trascorso la terza notte insonne, il sindaco di Olbia, Gianni Giovannelli, sembra più sereno

“La fase critica e’ stata superata, nessuno e’ rimasto ferito, nessuno e’ morto. Abbiamo affrontato anche questa volta un evento importante, seppure inferiore e diverso rispetto al 2013”. Dopo aver trascorso la terza notte insonne, il sindaco di Olbia, Gianni Giovannelli, sembra piu’ sereno e, in una conferenza stampa, tira le somme delle ultime 48 ore di allerta meteo. Sono una quarantina le persone che la scorsa notte sono state ospitate negli alberghi della citta’ e centinaia le abitazioni interessate dall’alluvione e in cui da questa mattina sono in corso le bonifiche e le operazioni di risanamento degli edifici. “Sin dalle 7 – ha spiegato il sindaco – i tecnici comunali stanno visitando le abitazioni danneggiate per sottoscrivere e stilare un verbale di sopralluogo e di censimento, che servira’ in un secondo momento per fare una prima rilevazione dei danni subiti a cui seguiranno le eventuali procedure di risarcimento”. Forniti i numeri per la gestione post emergenza: 0789 52184 per l’assistenza alla popolazione, in particolare per i trasporti; 0789 52130 per problemi di viabilita’ o segnalazioni di ostruzioni di canali e strade; 0789 52052 per la richiesta di idrovore e per lo svuotamento delle cantine. Nel frattempo il Comune ha anche provveduto a programmare la consegna a domicilio dei pasti caldi. In mattinata l’Enel ha sistemato due delle tre cabine elettriche fuori uso da ieri, ridando la corrente a 500 famiglie in via Ambalagi.