Alluvione Taranto: ieri soccorsi numerosi anziani

MeteoWeb

Numerosi gli automobilisti che ieri sono rimasti bloccati nelle strade di Taranto sommerse dall’acqua a causa di un violento nubifragio

Sono stati numerosi gli interventi degli agenti della Polizia di Stato in soccorso agli automobilisti che ieri sono rimasti bloccati nelle strade di Taranto sommerse dall’acqua a causa di un violento nubifragio. Una giornata che la Questura oggi definisce di “eccezionale lavoro”. Un primo intervento ha permesso di salvare una signora cardiopatica rimasta intrappolata nella sua autovettura nel sottopassaggio di viale Magna Grecia. Mentre uno dei poliziotti soccorreva il marito della donna che era riuscito ad uscire dalla macchina, l’altro si precipitava nel sottopasso e traeva in salvo la signora prendendola in braccio e conducendola sul bordo della carreggiata. Dopo pochi minuti la coppia di anziani veniva assistita dai sanitari del 118. Poco distante, in viale Virgilio, un altro equipaggio della sezione Volanti accorreva in soccorso di un uomo di 80 anni fermo al centro della carreggiata all’interno di una piccola utilitaria sommersa da quasi 80 cm d’acqua. Gli agenti riuscivano a spingere a mano l’auto per alcune centinaia di metri fino una vicina stazione di servizio dove provvedevano a mettere in sicurezza l’auto e l’anziano conducente. Un altro intervento degli agenti ha scongiurato il peggio in via Gorizia, dove e’ stata soccorsa una donna poliomielitica e con gravi insufficienze respiratorie, che aveva chiesto ausilio alla sala operativa in quanto i macchinari utilizzati per la respirazione assistita poggiati sul pavimento, iniziavano a non funzionare a causa l’ingente quantita’ d’acqua entrata nell’appartamento. Al quartiere Tamburi, infine, i poliziotti hanno soccorso un’intera famiglia, con due bambini. Due agenti, vista l’impossibilita’ di aprire le portiere dell’auto, hanno spinto la vettura fin dove il livello dell’acqua ha permesso agli occupanti di uscire e mettersi in salvo.