Ambiente: un simulatore hi-tech per contrastare le emergenze

MeteoWeb

Il simulatore consente di immergersi in modo realistico in un ambiente virtuale nel quale gli attori possono interagire in modo dinamico in diversi scenari ambientali

Si chiama “Forest Fire Area Simulator” (FFAS) ed e’ il primo simulatore ad alta tecnologia per l’addestramento del personale e contrastare le emergenze ambientali: l’innovativo dispositivo verra’ presentato alle 11 di giovedi’ prossimo a Castel Volturno (Caserta), nella sede del centro di formazione del Corpo Forestale dello Stato (CFS). L’inaugurazione, invece, avverra’ il giorno dopo (venerdi’) nell’auditorium “Don Peppe Diana” del Centro di Formazione Nazionale del CFS. Nel corso dell’incontro di presentazione verranno illustrate le potenzialita’ e le finalita’ dell’innovativo progetto digitale, ritenuto unico nel suo genere a livello mondiale, a difesa degli ecosistemi forestali. Il simulatore consente di immergersi in modo realistico in un ambiente virtuale nel quale gli attori possono interagire in modo dinamico in diversi scenari ambientali, impiegando sistemi e attrezzature ordinariamente utilizzate nelle operazioni reali. Lo scopo e’ quello di formare e addestrare figure professionali da impiegare nelle attivita’ contro i reati ambientali a vario titolo, dagli incendi boschivi fino alle catastrofi naturali e non, che spesso feriscono il nostro territorio e il paesaggio italiano. L’addestramento e’ assolutamente innovativo: avviene all’interno di scenari tipici dei “serious games” di derivazione militare. Il simulatore FFAS garantisce agli allievi di acquisire anche un’impronta emozionale e sensoriale che si aggiunge alle consuete nozioni didattiche impartite con dei corsi tradizionali. Giovedi’ saranno presenti per il Corpo forestale dello Stato: il Direttore della Divisione Protezione Civile e Pubblico Soccorso dr.ssa Daniela Piccoli e il Responsabile del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo dott. Marco Di Fonzo; il Prof.re Francesco Giannino dell’Universita’ di Napoli Federico II, referente dell’attivita’ di ricerca; l’Ing. Marco Massenzi Direttore della Business Unit Government & Industries della societa’ Vitrociset S.p.A. che ha curato la realizzazione del simulatore.