Antartide: boom di fitoplancton, la base della catena alimentare

MeteoWeb

Il fitoplancton costituisce la base della rete alimentare negli oceani, dal krill ai pesci più piccoli, fino alle balene

La crescita del fitoplancton nell’Oceano Meridionale, attorno all’Antartide, potrebbe raddoppiare nei prossimi 80 anni a causa del cambiamento climatico, con effetti significativi lungo la catena alimentare. I microscopici organismi presenti nel plancton sono capaci di sintetizzare sostanza organica dalle sostanze inorganiche disciolte, utilizzando la radiazione solare come fonte di energia. Formano percio’ la base della rete alimentare negli oceani, dal krill ai pesci piu’ piccoli, fino alle balene. Gli oceani si riscaldano a causa del cambiamento climatico, assorbono meno CO2 e diventano piu’ acidici. Inoltre aumentano i livelli di sostanze nutrienti e vi sono cambiamenti nella quantita’ di luce che penetra negli in profondita’, scrive il responsabile della ricerca, Phillip Boyd dell’Institute of Marine and Antarctic Studies di Hobart (Australia) sulla rivista Nature: Climate Change. Boyd ha misurato in ambiente di laboratorio l’effetto sul fitoplancton dei mutamenti dei vari fattori, usando complessi modelli per prevedere gli effetti. “Abbiamo programmato esperimenti in cui abbiamo cambiato l’acidita’ degli oceani, le sostanze nutrienti presenti, la quantita’ di luce e la presenza dell’elemento-traccia di ferro”, scrive ancora Boyd. “In un futuro oceano, gli esperimenti hanno mostrato che nelle acque sub-antartiche il tasso di crescita sara’ circa il doppio di adesso. Possiamo prevedere livelli piu’ alti di produttivita’ e quindi una rete alimentare piu’ produttiva nel futuro per il sub-Antartico”, aggiunge. La produttivita’ degli oceani cambiera’ tuttavia da una regione all’altra. “Si formera’ una specie di equilibrio, vi saranno delle regioni degli oceani, particolarmente alle latitudini piu’ alte, con maggiore produttivita’ e altre regioni, specie a latitudini piu’ basse, con una perdita di produttivita'”, spiega ancora Boyd.