Antibiotici e gravidanza: via libera a claritromicina e azitromicina

MeteoWeb

Circa il 40% delle donne in gravidanza ha bisogno di antibiotici e negli Usa è stata creata una app che riporta l’elenco dei farmaci ammessi

Le donne che in gravidanza hanno bisogno degli antibiotici possono stare tranquille. Secondo uno studio dell’università di Montreal pubblicato da Pharmacoepidemiology and Drug Safety, infatti, i due farmaci principali in questa categoria non hanno effetti sullo sviluppo del bambino. I ricercatori canadesi hanno studiato l’utilizzo di claritromicina e azitromicina, due degli antibiotici più usati in gravidanza, in una coorte di oltre 135mila donne, di cui circa il 2% era stato esposto a uno dei due farmaci. “Cercavamo una corrispondenza tra l’esposizione ed eventuali malformazioni del nascituro – spiega Anick Be’rard, uno degli autori – ma non ne abbiamo trovate”. Secondo gli autori circa il 40% delle donne in gravidanza ha bisogno di antibiotici. Negli Usa la Food and Drug Administration ha messo a disposizione una app per le gestanti che riporta l’elenco dei farmaci ammessi in base alla patologia, mentre in Italia l’elenco è riportato dal sito farmaciegravidanza.gov.it dell’Aifa.