Astronomia: ecco Giove e la Grande Macchia Rossa, Hubble ne scopre i segreti [VIDEO]

MeteoWeb

“Ogni volta che osserviamo Giove, scopriamo indizi allettanti su qualcosa di davvero eccitante che sta accadendo”

Utilizzando il telescopio spaziale Hubble, gli scienziati NASA hanno potuto realizzare nuove mappe di Giove, le prime di una lunga serie che vedrà come protagonisti i pianeti più vistanti del sistema solare.  “Ogni volta che osserviamo Giove, scopriamo indizi allettanti su qualcosa di davvero eccitante che sta accadendo,” dichiara Amy Simon, del Goddard Space Flight Center NASA. “Anche questa volta non c’è eccezione.”

Credit: NASA/ESA/Goddard/UCBerkeley/JPL-Caltech/STScI
Credit: NASA/ESA/Goddard/UCBerkeley/JPL-Caltech/STScI

La scienziata e i suoi colleghi hanno creato due mappe grazie alle osservazioni della Wide Field Camera 3 e lo studio, grazie al quale è stato possibile determinate la velocità dei venti di Giove, è stato pubblicato sull’Astrophysical Journal.

Credit: NASA/ESA/Goddard/UCBerkeley/JPL-Caltech/STScI
Credit: NASA/ESA/Goddard/UCBerkeley/JPL-Caltech/STScI

Le nuove immagini confermano che la Grande Macchia Rossa continua a restringersi e a diventare sempre più circolare, come sta facendo da anni. L’asse maggiore è diminuito di 240 km dal 2014: recentemente la contrazione è stata più veloce della norma, ma è comunque in linea con il trend a lungo termine. Il colore è in questi giorni più arancione che rosso ed è possibile individuare un filamento che si dirama per quasi tutta l’ampiezza del vortice, distorto dai venti che soffiano a 150 m/s o più.