Barcellona Pozzo di Gotto, aperta l’inchiesta in seguito all’alluvione Bastione/Calderà

MeteoWeb

La procura di Barcellona Pozzo di Gotto, ha aperto un’inchiesta contro ignoti a seguito dell’alluvione che ha colpito la zona di Bastione e di Calderà

La procura di Barcellona ha deciso di aprire un’inchiesta in merito a quanto accaduto, la settimana scorsa a causa dell’alluvione che ha colpito gli abitanti della contrada Calderà e a Milazzo, nella zona di Bastione. La notizia arriva proprio all’indomani della riunione tenutasi a Palermo, che ha visto la partecipazione della protezione civile e dell’assessore regionale dell’ambiente, Maurizio Crocè. L’incontro ha fatto emergere, come i disagi avuti a BastioneMilazzo tutta, siano stati dovuti ad un mancato intervento e interesse da parte delle amministrazioni locali, che avevano tralasciato gli interventi di consolidamento del Torrente Mela. Dall’analisi dei documenti è emerso che gli interventi erano stati classificati con priorità 2 e non con priorità 1, non consentendo un finanziamento di 2 milioni e 500 mila euro. Ad oggi, l’inchiesta è stata aperta contro ignoti in attesa delle relazioni degli agenti di polizia municipale presenti sul luogo.