Clima, ministro Galletti: a Parigi è possibile un “accordo globale, ambizioso e vincolante”

MeteoWeb

“Un accordo globale, ambizioso e vincolante alla Cop21 rappresenta l’univa risposta possibile del genere umano per fronteggiare i cambiamenti climatici”

Al vertice sul clima che si svolgerà a dicembre a Parigi “potrebbe esserci battaglia vera con lobby fra le più potenti del mondo. Noi siamo pronti a combatterla, convinti come siamo che per raggiungere il risultato sia necessario spostare il ragionamento sulla dimensione etica: cioè su quel legame indissolubile tra ambiente, equità sociale e diritti umani che il Santo Padre ci ha magistralmente spiegato all’assemblea delle nazioni Unite di New York e che è alla base di quell’ecologia integrale che Papa Francesco propone a credenti e no nella sua enciclica“. Lo scrive Gian Luca Galletti, Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, in una lettera su Repubblica. “Nella capitale francese non sono ammesse passerelle e impegni generici che non si traducano in sforzi economici e ambientali. Perché i rischi per il pianeta sono evidenti e riguardano noi e i nostri figli, non un futuro lontano. Un accordo globale, ambizioso e vincolante alla Cop21 rappresenta l’univa risposta possibile del genere umano per fronteggiare i cambiamenti climatici: per questo Parigi deve essere il luogo della speranza e dell’impegno“.