Da domani occhi al cielo per le Orionidi, le stelle cadenti d’autunno

MeteoWeb

Le Orionidi hanno luogo quando la Terra incrocia l’orbita l’orbita dei frammenti lasciati dalla Cometa di Halley lungo il suo percorso

Le stelle cadenti d’autunno ci incantano nel cielo di ottobre e ci offrono uno spettacolo facile da osservare anche senza l’aiuto di un telescopio. Le Orionidi hanno luogo quando la Terra incrocia l’orbita dei frammenti lasciati dalla Cometa di Halley lungo il suo percorso.
Quest’anno lo sciame meteorico raggiungerà il suo picco di visibilità nella notte tra il 21 e il 22 ottobre, in particolare nelle ore immediatamente precedenti l’alba.
Probabilmente la loro attività sarà più debole del solito, dunque dovremmo vedere circa una dozzina di meteore l’ora. In compenso però, le condizioni di osservazione saranno particolarmente favorevoli e così, nuvole e inquinamento luminoso permettendo, sarà possibile godersi la pioggia di stelle a occhio nudo, puntando lo sguardo verso la costellazione di Orione.