E’ arrivata Kibo, l’app che ci aiuta a tenere al sicuro i nostri segreti

MeteoWeb

L’applicazione, presentata la scorsa settimana, permette a chi la utilizza di nascondere i messaggi privati in qualsiasi chat, grazie ad un semplice lucchetto.

Tenere segreti i messaggi a mogli o mariti; evitare che la mamma sbirci sul cellulare dei figli; tenere fuori dal proprio smartphone fratelli e sorelle curiosi. Se una di queste, o qualcosa di simile, è tra le vostre esigenze del momento, allora siamo pronti a scommettere che presto scaricherete sul vostro apparecchio telefonico la nuova applicazione che vi assicura una privacy a prova di 007, o quasi.

Si chiama Kibo, e pare che sia nata da una sorpresa di compleanno mandata all’aria dal festeggiato che ha letto un messaggio che non doveva leggere. L’app, presentata la scorsa settimana, da la possibilità a chi la utilizza di nascondere i messaggi privati in qualsiasi chat, grazie ad un semplice lucchetto. Per poterla utilizzare è necessario comunque, che sia il mittente che il destinatario abbiano installato l’app. I creatori,Vitaly Halenchik e Kiril Davydov, assicurano che a breve sarà disponibile anche la versione in italiano, e sottolineano che lo scopo dell’applicazione è quello di tutelare la riservatezza degli utenti, in modo che nessuno, tranne il mittente e il destinatario, abbia la possibilità di leggere i messaggi che si vogliono tenere segreti. Una segretezza quasi a 360° a quanto pare, dato che i messaggi vengono tutti salvati su un server centrale, e registrati in forma anonima. Per ora gli utenti di Kibo sono circa 23 mila, e sebbene non sia la prima applicazione che nasconde i messaggi delle chat, sembra promettere bene, dato che per metterla in funzione basta utilizzare nel modo giusto la tastiera del proprio smartphone.