Forti raffiche di vento e temporali: il Sud in ginocchio, il punto della situazione

MeteoWeb

Temporali, danni e disagi anche in Calabria, Campania e Puglia, mentre è rientrato l’allarme in Sardegna

Violente raffiche di vento, fiumi esondati, auto travolte dal fango, alberi abbattuti dal vento, pioggia battente, frane: il maltempo ha flagellato la Sicilia la notte scorsa ed oggi. Ancora da quantificare i danni. Temporali, danni e disagi anche in Calabria, Campania e Puglia, mentre e’ rientrato l’allarme in Sardegna. Maltempo anche domani su tutto il centro-sud.

alluvione milazzo barcellona messina (4)SICILIA – I maggiori disagi si sono registrati nella parte orientale della Sicilia. A Barcellona Pozzo di Gotto e’ tracimato il fiume Mela che ha provocato allagamenti e trascinato via auto. Situazione simile a Milazzo. A Furci Siculo e’ straripato il Pagliara portando via vetture e caravan. Il centro di Antilio e’ rimasto bloccato da una frana. Sulla A19 Palermo-Catania e’ stato chiuso per alcune ore lo svincolo di Caltanissetta. In questa zona si e’ scatenata una vera e propria bufera con alberi sradicati finiti su auto parcheggiate, cassonetti dei rifiuti spostati, cisterne d’acqua volate via dai tetti. Qui il vento, per circa 10 minuti, ha soffiato a 60 chilometri orari. In citta’ grossi alberi sono stati spezzati dalle raffiche di vento e hanno distrutto alcune auto parcheggiate. Vento forte a Gela, sempre nel nisseno, con danni e tanta paura per due persone, padre e figlio, che erano all’interno di un’auto schiacciata dai detriti di una tettoia staccatasi da un immobile. A Savoca (Messina) sono crollati circa 40 metri della strada provinciale 23. In piena anche il torrente Savoca, tra Furci e S. Teresa di Riva, dove e’ andato distrutto un pozzo di captazione idrica che serve la frazione Giardino. Il vento ha provocato danni pure nel Ragusano, a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina, dove ha casa il Commissario Montalbano della fiction tv. E ha colpito anche alcune contrade di Scicli. Anche a Palermo e’ stata una notte di maltempo. La citta’ si e’ svegliata con parecchie autovetture danneggiate e cornicioni crollati. La compagnia Tirrenia ha soppresso i collegamenti Napoli-Palermo, Palermo-Napoli e Palermo-Cagliari. La Coldiretti parla di “gravissimi danni causati dal maltempo all’agricoltura in Sicilia dove sono stati colpiti vigneti e frutteti, con la perdita dei frutti ma anche con intere piante sradicate”. In particolare, “l’uva e’ stata distrutta proprio al momento della raccolta vanificando il lavoro di un intero anno”.

reggio calabria san leoCALABRIA – Disagi per temporali e vento forte anche in Calabria, a Catanzaro e a Reggio, mentre il vento ha imperversato sulla provincia di Crotone scoperchiando i tetti di alcune abitazioni e facendo volare tegole e coperture. Un elicottero della Guardia costiera ha salvato un pescatore di 63 anni naufragato con la sua piccola imbarcazione sulle coste calabresi di Scilla, a causa delle cattive condizioni del mare. Le motovedette delle Capitanerie di Porto hanno anche soccorso quattro persone a bordo di un peschereccio semi affondato.

CAMPANIA – Una bomba d’acqua si e’ abbattuta nel pomeriggio a Capri: vere e proprie cascate si sono formate nei pressi della Piazzetta, allagando strade e facendo saltare tombini. Disagi anche a Napoli e provincia e nel Salernitano.

PUGLIA – Il maltempo ha flagellato soprattutto il Salento, dove il vento ha provocato il crollo della parte superiore di una stazione di servizio carburanti. Molti gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti e caduta di alberi. Danni e disagi nel tarantino.

SARDEGNA – Migliorata la situazione in Sardegna, duramente colpita nelle scorse ore. La Protezione civile ha declassato il livello di criticita’ da rosso (elevata) a ordinario (giallo). Ma e’ stata una notte di paura quella trascorsa, soprattutto in Gallura, Nuorese, Cagliaritano e Campidano. Nessun grave danno, alla fine, ma allagamenti si sono avuti nelle zone di Orosei, Posada, Torpe’, e Budoni dove precauzionalmente sono stati evacuati 50 turisti francesi da un hotel e dove e’ stata provvisoriamente chiusa la strada statale. Chiusa anche la ferrovia fra Olbia e Golfo Aranci per un allagamento a Marinella. Situazione migliore nel sud dell’ Isola dove si temeva il peggio e scuole ed uffici sono rimasti chiusi.

PREVISIONI – maltempo, con precipitazioni intense e venti forti anche domani su tutte le regioni centro-meridionali (Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia), secondo un allerta meteo della Protezione civile che prevede anche la bora in Friuli Venezia Giulia. Rischio frane soprattutto in Calabria.