Fotografato per la prima volta un cervello completamente liscio

MeteoWeb

A scovarlo, all’interno di una vera e propria collezione di cervelli, è stato un fotografo americano, Adam Voorhes, nel corso di una ricerca

Mentre faceva le sue ricerche nei laboratori dell’Università del Texas (Usa) in preparazione del suo prossimo libro, il fotografo Adam Voorhes ha fatto una scoperta che lo ha lasciato a bocca aperta: un cervello completamente liscio, privo delle classiche ‘pieghe’ che caratterizzano la materia grigia umana. La mancanza di scanalature e di pieghe è dovuta a una malattia chiamata lissencefalia, causata da una migrazione neuronale anormale durante lo sviluppo embrionale. Le persone con lissencefalia soffrono di difficoltà di deglutizione, spasmi muscolari, convulsioni e difficoltà di apprendimento. La maggior parte muore prima dei 10 anni. Tutti i cervelli della collezione fotografata da Voorhes provengono da pazienti dello State Hospital di Austin e sono conservati in barattoli di formaldeide. Per più di 20 anni erano stati dimenticati in uno stanzino buio. Tutti i cervelli hanno una qualche anomalia, ma quello completamente privo di pieghe e scanalature è una rarità tra le rarità. Al momento, l’Università del Texas sta lavorando per documentare i cervelli più in dettaglio attraverso la risonanza magnetica e al termine del lavoro saranno messi in mostra nel campus.