Frana A18: “livelli di emergenza massima”

MeteoWeb

Gli abitanti della Sicilia sono ormai esasperati dai continui crolli che si susseguono ormai quasi quotidianamente nei sistemi stradali isolani, il vice presidente nazionale di Confesercenti Vittorio Messina lancia un monito alle istituzioni, “si dimostri all’altezza di superare un simile stato emergenziale”

“Le difficolta’ che interessano i collegamenti viari della Sicilia, acuite dai crolli che si susseguono ultimamente senza soluzione di continuita’, hanno raggiunto livelli emergenziali tali da dovere essere affrontati con misure eccezionali, anche con il ricorso all’esercito e comunque con una task force che trovi immediati rimedi.” Lo dice il vice presidente nazionale di Confesercenti Vittorio Messina. “Gli abitanti dell’Isola – aggiunge – sono esasperati e non sfugge a nessuno la gravita’ dei disagi e delle conseguenze che si riverberano sul tessuto economico regionale proprio nel momento in cui si registrano segnali, sia pure timidi, che lasciano presagire la possibilita’ di una fase di ripresa. Le istituzioni si muovano con celerita’ – chiede – per trovare le soluzioni che consentano di ridare condizioni decenti per la mobilita’ delle merci e delle persone senza trascurare la necessita’ improrogabile di interventi adeguati ad elevare il livello infrastrutturale del territorio”. “Non e’ questo – conclude – il momento di fare la conta dei ritardi e delle responsabilita’ di chi nel tempo non ha consentito alla Sicilia di dotarsi di una rete stradale degna di questo nome. Piuttosto e’ l’occasione perche’ la classe dirigente regionale e nazionale si dimostri all’altezza di superare un simile stato emergenziale, rispondendo cosi’ alle legittime aspettative dei cittadini e delle imprese”.