Il tifone “Koppu” mette sott’acqua l’isola di Luzon, ingenti i danni lasciati dal ciclone

MeteoWeb

Purtroppo come temevamo nell’isola di Luzon sono davvero ingenti i danni provocati dal passaggio del tifone “Koppu” che in poco più di 24 ore ha scaricato oltre 400 mm di pioggia, con picchi stimati attorno i 500-600 mm nelle aree montuose dell’isola, dove è un susseguirsi di smottamenti e colate di fango. Questa ingentissima quantità di acqua precipitata nel giro di poco tempo ha messo sott’acqua buona parte dell’isola, rendendo impossibile ogni tipo di collegamento e isolando decine di città e piccoli villaggi per l’interruzione di molte strade.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Le situazioni più critiche, al momento, si riscontrano proprio nella parte orientale e settentrionale di Luzon, dove le forti piogge di carattere torrenziale hanno provocato la piena di molti corsi d’acqua e fiumi, determinando vaste inondazioni che stanno sommergendo intere città e villaggi. Nel corso delle prossime ore “Koppu”, interagendo con le catene montuose più interne dell’isola filippina, a causa del forte attrito esercitate da queste sulla circolazione ciclonica, inizierà a perdere forza, venendo di seguito declassato a tempesta tropicale, con venti medi sostenuti che non dovrebbero superare gli 80-90 km/h. La tempesta non prima di domani dovrebbe lasciare definitivamente Luzon, favorendo un deciso miglioramento sull’isola, dopo un weekend di piogge torrenziali e venti molto forti che hanno reso le condizioni climatiche ancora più avverse.