La risalita del “getto sub-tropicale” alimenta lo sviluppo di forti temporali diretti su Sicilia e Calabria

MeteoWeb

Primi intensi temporali in rotta verso Sicilia e Calabria, attenzione ai fenomeni molto intensi e ai nubifragi

Come prognosticato dai simulatori numerici il maltempo incombe sull’estremo sud, ed in particolare fra Calabria e Sicilia, dove nelle prossime ore arriveranno i primi forti temporali e nubifragi, a lenta evoluzione verso levante. Già in queste ore la risalita ulteriore del “getto sub-tropicale”, in scorrimento con un “Jet Streak” (massimi di velocità) sopra l’Atlante Algerino e il Canale di Sicilia, sta dispensando convezione profonda fra le coste dell’alta Tunisia e il Canale di Sardegna, favorendo il rapido sviluppo di vari ammassi temporaleschi pronti a muoversi di gran carriera verso le regioni meridionali.

I tanti temporali in rotta verso la Sicilia e la Calabria
I tanti temporali in rotta verso la Sicilia e la Calabria

Questi sistemi convettivi a mesoscala lineari, stirati in alta quota dal passaggio del “getto sub-tropicale”, nel corso delle prossime ore dovrebbero coinvolgere la Sicilia occidentale, la Basilicata e la Calabria tirrenica, scaricando su queste piogge veramente abbondanti, almeno fino alla giornata di giovedì. In queste situazioni il transito in alta quota del “getto sub-tropicale” determinerà un netto rinvigorimento della divergenza in quota, rafforzando notevolmente l’attività convettiva, con lo sviluppo di intensi “Clusters temporaleschi” a lenta traslazione verso levante che verranno ingrossati dal calore latente fornito dall’ancora calda superficie marina del Tirreno e dalla presenza di una ventilazione meridionale nei medi e bassi strati che ne rallenterà l’evoluzione, accrescendone il carico precipitativo.

CNMC_MET_201510202300_ITALIA_PNEF@@@@_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@Questo processo renderà quest’area di forte maltempo stazionaria per molte ore, nell’asse compreso fra la Sardegna, la Calabria e la Sicilia, contribuendo ad autoalimentare il continuo sviluppo di sistemi convettivi “Multicellulari lineari” che continueranno ad apportare persistenti e diffuse precipitazioni su tali aree, con apporti che in appena 24 ore hanno sfondato la soglia dei 100-150 mm, con accumuli localmente superiori (anche oltre 200 mm) sulle aree pedemontane della Calabria e sul nord della Sicilia, dove le forti precipitazioni potrebbero creare dei disagi. Nella giornata odierna le aree maggiormente coinvolte dalle precipitazioni saranno quelle della Calabria centro-meridionale e la Sicilia, in particolare i settori settentrionali e dal pomeriggio/sera anche la fascia ionica compresa fra messinese e alto catanese, che potrebbe vedere forti rovesci e temporali in lenta evoluzione da ovest ad est.

hgt300 (1)Questa lenta evoluzione verso levante di questi sistemi convettivi rischia di rendere la sommatoria delle precipitazioni veramente molto elevata. Inoltre la presenza di un gran quantitativo di umidità nei medi e bassi strati creerà l’ambiente ideale per l’innesco di “Clusters temporaleschi” e sistemi convettivi ancora più complessi che si muoveranno alla volta della Sicilia e della Calabria, scaricando ingenti quantitativi di pioggia.