La temperatura ideale per il top di produttività? E’ di +13°C

MeteoWeb

Analizzati i dati di 166 paesi per mezzo secolo: la temperatura ideale per il top di produttività è di +13°C

Esiste una relazione tra produttività e temperatura? La risposta è affermativa e si concretizza in un numero, 13 gradi Celsius. Un gruppo di ricercatori, guidati da Marshall Burke dell’università di Standford ha analizzato i dati economici di 166 paesi per un periodo di 50 anni tra il 1960 e il 2010. E ha potuto constatare che la produttività economica globale raggiunge il suo apice quando la temperatura annuale media tocca i 13 gradi Celsius, ma poi decresce fortemente mano a mano che la colonnina di mercurio sale.
La proporzione inversa tra efficienza economica e temperatura non cambia dal 1960 e vale tanto per le attività agricole che per altri settori economici, tanto per i paesi ricchi che per quelli poveri.
“Questi risultati dimostrano per la prima volta che l’attività economica in tutte le regioni del mondo va di pari passo con il clima, affermano gli scienziati che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista Nature.
I ricercatori hanno utilizzato questi dati riferiti al passato anche per prevedere l’impatto economico del riscaldamento climatico. Se, continuando a questo ritmo, l’innalzamento delle temperature arriverà a 4,3 gradi nel 2100 rispetto all’era preindustriale, questo provocherà una contrazione del pil globale del 23%. Per quella data il 77% dei paesi sara più povero in termini di pil pro capite che se non ci fosse il riscaldamento climatico.
Le stime di Marshall Burke sulle perdite economiche causate dai cambiamenti climatici “sono di gran lunga superiori a quelle previste dalla maggior parte dei modelli” economici finora elaborati.