L’uragano Joaquin acquista potenza e attraversa le Bahamas, ora minaccia la East Coast

    /
    MeteoWeb

    L’uragano Joaquin si trova a interagire con delle piogge torrenziali che stanno già colpendo la Carolina del Nord e del Sud

    L’uragano Joaquin si è rafforzato. La sua intensità oscilla tra la categoria 3 e 4 sulla scala Saffir-Simpson che ha un massimo di 5. Al momento Joaquin si trova nella zona centrale delle isole Bahamas e si prevede un ulteriore aumento di potenza nelle prossime ore quando raggiungerà la zona nord dell’arcipelago caraibico. Al momento l’Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze nelle Bahamas ha fatto sapere che al suo passaggio non risultano vittime ma moltissimi danni ad abitazioni e strutture. Un centinaio le persone rimaste isolate. Bisognerà comunque aspettare la fine del passaggio dell’uragano per verificare i danni.

    joaquin3Secondo quanto reso noto dal National Hurricane Center di Miami il centro si trova a circa 35 km sudest da Clarence Town, Long Island, Bahamas, e a circa 120 km a sud di San Salvador, Bahamas. Al momento i suoi venti massimi sostenuti si assestano intorno ai 215 km/h e si sposta in direzione ovest a 6 km/h. Si attende nel corso della giornata di oggi un cambio di rotta verso nord.

    L’uragano Joaquin si trova a interagire con delle piogge torrenziali che stanno già colpendo la Carolina del Nord e del Sud: gli effetti potrebbero essere disastrosi per la East Coast. E’ la tempesta sugli Stati USA che “conduce il passo a due”, e sarà questa a determinare la direzione e le conseguenze di Joaquin. La tempesta potrebbe spingere l’uragano al largo, oppure attirarlo sulla terra ferma. Allo stesso tempo Joaquin fornisce umidità alla tempesta, contribuendo alle piogge torrenziali. I meteorologi statunitensi sono molto incerti sul percorso che seguirà l’uragano.

    Secondo il National Hurricane Center, l’intensità di Joaquin dovrebbe aumentare a causa dell’alta temperatura delle acque, e poi indebolirsi una volta raggiunte le acque Atlantiche più fredde. I modelli sono quasi tutti discordanti: quello europeo prevedevano un allontanamento dalla costa, mentre gli altri un avvicinamento. Generalmente il primo viene considerato il più affidabile.