Maltempo, Doria: “servono meno conferenze stampa e piu’ rapporti tra istituzioni”

MeteoWeb

Secondo il sindaco di Genova Marco Dario, è necessario che le comunicazioni di allerta meteo siano più chiare

Con la stagione autunnale, iniziano i primi temporali ed, in molti casi, le prime allerte meteo. Non mancano, però, le polemiche. Tra questi, il sindaco di Genova Marco Doria che, ha polemizzato circa le comunicazioni di allerta meteo da parte della Regione, prima dichiarata cessata e dopo pochi minuti prolungata. Proprio Doria afferma che: “Se il sistema comunale riceve un’informazione chiara e univoca, e’ in grado di adottare delle misure coerenti, altrimenti va in confusione, il sistema è in fase di rodaggio, non voglio enfatizzare le difficoltà, ma servono meno conferenze stampa e più rapporti tra istituzioni”. Il sindaco specifica, infatti, che: “L’allerta e’ un sistema che fa capo alla Regione, i Comuni prendono atto di ciò che comunica l’ente. Ieri i messaggi sono stati ravvicinati e un po’ confusi. Ciò ha creato in tanti Comuni incertezza nelle strutture operative. Al Comune di Genova la Protezione Civile ha mandato segnali che sembravano in contraddizione”. Doria non sembra, infatti, risparmiare i commenti e le critiche. Relativamente agli interventi per la messa in sicurezza del territorio, il sindaco ha voluto annunciare che nel 2016, a Sesti Ponenti avranno inizio i lavori di rifacimento del ponte di via Giotto per eliminare i piloni e trasformalo in un’unica campata. Sempre il sindaco conclude ” Continuiamo a lavorare per mettere il Chiaravagna in sicurezza, e’ l’unica cosa a cui penso. Il cosiddetto ‘ponte obliquo’ del Chiaravagna potra’ essere demolito appena vengono aperte a giugno-luglio 2016 le due gallerie stradali urbane costruite dal Cociv-Terzo Valico per collegare via Chiaravagna con via Borzoli e il casello autostradale di Genova-Aeroporto, appena saranno aperte potremo iniziare la demolizione dell’altro ponte sul letto del torrente”.