Maltempo, pioggia incessante in Campania: situazione drammatica a Benevento

MeteoWeb

La Regione Campania ha stanziato una prima trance di denaro, un milione di euro, confermando la richiesta dello stato di emergenza nazionale al Governo

In Campania non si ferma l’ondata di maltempo. In molte zone della regione piove quasi ininterrottamente dalla serata di ieri. Decine gli interventi dei vigili del fuoco nel Napoletano dove si sono registrati allagamenti e l’esondazione del fiume Sarno in alcuni punti, nei pressi di Castellammare di Stabia. Criticità anche nel Nolano dove, già nella giornata di ieri, si erano registrati disagi a causa dei violenti temporali. La situazione più drammatica resta quella di Benevento e dell’intera provincia sannita. Nella serata di ieri si sono verificate nuove esondazioni dei fiumi Tammaro e Fortore in alcune delle zone già alluvionate. Molte le strade allagate e qualche comune reso quasi del tutto irraggiungibile a causa dei pesanti danni al sistema stradale. Il sindaco di Benevento, Fausto Pepe, ha disposto la chiusura delle scuole e dell’università del Sannio ad oltranza. Dopo la proroga dello stato di allerta e della criticità di livello arancione, emanato dalla Protezione civile regionale, il primo cittadino sannita ha inviato i suoi concittadini ad abbandonare le proprie case e a recarsi ai piani alti degli stabili. Un allarme che ha interessato soprattutto le zone più basse della città, soprattutto quelle più a ridosso dei corsi d’acqua. La zona industriale beneventana, Ponte Valentino, è presidiata dall’Esercito mentre continua la conta dei danni che sono ingenti. A rischio circa 1.500 posti di lavoro e l’intera produzione di decine di piccole e medie realtà messe in ginocchio dall’alluvione. Intanto, così come riportano alcuni quotidiani locali, la procura di Benevento avrebbe aperto un fascicolo contro ignoti per il reato di inondazione colposa. La Regione Campania ha stanziato una prima trance di denaro, un milione di euro, confermando la richiesta dello stato di emergenza nazionale al Governo e chiedendo una deroga al patto di stabilità per gli interventi legati agli eventi calamitosi. Ieri si è svolto un vertice, presso la Prefettura di Benevento, presieduto dal capo della Protezione civile Fabrizio Curcio che ha eseguito anche una serie di sopralluoghi nelle zone alluvionate.