Maltempo Salerno, Coldiretti: subito lo stato di emergenza

MeteoWeb

“I danni per il momento sono incalcolabili,” spiega il direttore di Coldiretti

“La Regione Campania e il Genio Civile si assumano la responsabilita’ dei danni provocati dal maltempo in provincia di Salerno: senza manutenzione dei fiumi e del territorio, ad ogni pioggia rischiamo disastri”. E’ la denuncia del presidente della Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio, commentando i gravi danni registrati, soprattutto a nord della provincia, a causa del maltempo. “Le aste fluviali sono colabrodo – denuncia Sangiorgio – senza manutenzione da oltre 30 anni e senza un adeguato piano di prevenzione non si potra’ far fronte ai disastri. Un ringraziamento va a quei Consorzi di Bonifica che stanno comunque intervenendo per mitigare fenomeni che potrebbero essere ancora piu’ gravi. Se non scendiamo nei fiumi e abbassiamo i livelli del letto col dragaggio – conclude Sangiorgio – non si risolvera’ mai il problema”. “I danni per il momento sono incalcolabili – spiega il direttore di Coldiretti, Salvatore Loffreda – la situazione piu’ grave e’ nell’agro nocerino sarnese e nella Valle dell’Irno. Secondo un nostro monitoraggio, risultano serre completamente allagate a Nocera Inferiore e Superiore, San Marzano sul Sarno e Castel San Giorgio. Al macero le insalate sotto serra e centinaia di ettari di produzioni orticole. Danni al cipollotto nocerino al trapianto invernale. La Coldiretti Salerno sta rilevando le situazioni di criticita’ per segnalare i danni alle autorita’ competenti ai fini della dichiarazione dello stato di emergenza.