Messina senz’acqua: il Prefetto chiede l’invio di autobotti

MeteoWeb

Il Prefetto di Messina ha richiesto al Dipartimento regionale della Protezione Civile e all’Esercito di mettere a disposizione un congruo numero di autobotti

In seguito al tavolo tecnico che si e’ tenuto stamani in Prefettura in una nota nota il Prefetto di Messina ha comunicato che per rendere piu’ efficaci gli interventi sia per garantire una migliore distribuzione dei punti di rifornimento alla popolazione “si e’ deciso di incrementare i mezzi necessari al rifornimento con l’ausilio della Protezione civile regionale e di altri Enti che hanno offerto la propria disponibilita'”. A tal riguardo il Prefetto ha richiesto al Dipartimento regionale della Protezione Civile e all’Esercito di mettere a disposizione un congruo numero di autobotti. Analogamente ha comunicato al Sindaco di Messina la possibilita’, prospettata dall’Autorita’ portuale di richiedere alla Societa’ napoletana Marnavi l’utilizzo di una cisterna della capacita’ di 5000 tonnellate con immissione diretta nelle condotte idriche. Infine si e’ stabilito che pur restando i due punti fissi di distribuzione per la popolazione siti presso l’ex Gasometro e presso l’Autoparco Municipale, saranno creati altri punti mobili presso le zone maggiormente scoperte.