Profondo ciclone extratropicale tra Finlandia e Russia, forti venti investono le pianure Sarmatiche

MeteoWeb

Il passaggio di una profonda circolazione depressionaria, che dalla Finlandia si allontana verso il settore più occidentale della Russia europea, sta richiamando verso i paesi dell’Europa orientale una intensa ventilazione occidentale, che ha superato la soglia d’attenzione in diverse nazioni. Il fitto “gradiente barico orizzontale” localizzato lungo il bordo più meridionale della circolazione depressionaria, che dalla Finlandia si allontana verso la Russia europea, sta attivando venti a tratti intensi, da O-SO e Ovest, che in queste ore stanno spazzando le Repubbliche Baltiche, la Finlandia e le pianure della Russia europea, con raffiche che lambiscono e superano picchi di oltre 60 km/h. Nell’area di Mosca già in serata la sostenuta ventilazione da SO e O-SO ha spirato con raffiche che hanno superato i 50 km/h.

Il profondo ciclone ora ridossato sulla Russia europea
Il profondo ciclone ora ridossato sulla Russia europea

I venti più forti nella giornata di ieri hanno sferzato proprio il Golfo di Botnia, la Finlandia e il Golfo di Finlandia, dove si sono manifestate vere e proprie burrasche di forte intensità, con raffiche che hanno oltrepassato la soglia dei 60-70 km/h sulla costa finlandese. Nelle prossime ore, con lo spostamento della profonda circolazione depressionaria verso il settore più occidentale della Russia europea, gli intensi venti da O-SO e Ovest si sposteranno verso la Russia centro-meridionale, dove il consistente “gradiente barico orizzontale” produrrà una ventilazione che raggiungerà la soglia d’attenzione, varcando la soglia di burrasca. In particolare fra il settore più meridionale della Russia europea e dalla serata odierna pure sul nord del Kazakistan, dove si toccheranno picchi di oltre 60-70 km/h.