Salute: dieta vegana, ricoverato bimbo malnutrito di 2 anni

MeteoWeb

Bambino di due anni ricoverato all’ospedale di Belluno perché malnutrito. I genitori lo sottoponevano a seguire la dieta vegana

Una storia che poteva finire in tragedia. A Belluno, un bimbo di due anni è stato portato d’urgenza in ospedale perché, a detta del personale sanitario, malnutrito dai genitori. Stante alcune indiscrezioni, pare che dopo lo svezzamento, il neonato sia stato nutrito seguendo un drastico regime alimentare vegano, che ha portato il piccolo ad avvertire diversi stati di malessere. Al momento il bambino è ricoverato nella struttura ospedaliera della città ed i medici hanno deciso di sottoporlo a terapie e cure appropriate per cercare di ghermire i danni provocati da una dieta rivelatasi inesatta e inadeguata per la sua età.

vegana«La dieta vegetariana o addirittura vegana nel primo anno di età è totalmente sconsigliata», ha spiegato a Il Gazzettino Luigi Memo, primario del reparto di pediatria dell’ospedale San Martino in cui è ricoverato il piccolo. «La carenza o la mancanza totale di elementi fondamentali per la crescita dei bambini può creare gravi scompensi. Il deficit della vitamina B12, ad esempio, può portare a problemi neurologici considerevoli. Chi volesse alimentare il proprio figlio con una dieta vegana dovrebbe attendere l’età giusta e farsi seguire sempre da un nutrizionista».

Purtroppo il caso non si limita solo a Belluno. Infatti anche un anno fa una storia molto simile aveva coinvolto un bambino ricoverato all’ospedale di Firenze. Addirittura in questo caso i genitori vennero iscritti nel registro degli indagati per maltrattamenti in famiglia. 

Quella di decidere di somministrare una dieta vegana o vegetariana a un bambino in fase di svezzamento è una scelta certamente ideologica, filosofica, di principio”, commenta il Professor Migliaccio, medico nutrizionista e Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione.  “Improvvisare è pericoloso. Nel Bellunese comunque il fenomeno sta appena emergendo e non siamo ancora ai livelli di altre realtà della pianura“.