Scienza: per l’intelligenza le dimensioni del cervello non sono importanti

MeteoWeb

Finora gli scienziati hanno “sovrastimato” il legame supposto tra le dimensioni del cervello e performance intellettuali degli esseri umani

La ricerca dell’Università di Vienna ha dimostrato, secondo il professor Jacob Pietschnig, che finora gli scienziati hanno “sovrastimato” il legame supposto tra le dimensioni del cervello e performance intellettuali degli esseri umani.
Decisivo, invece, nel campo dell’intelligenza appare essere “la struttura delle connessioni di corteccia, mesencefalo e del cervelletto, come anche la buona connessione tra la materia bianca e la materia grigia, più della taglia della massa cerebrale stessa”, ha proseguito il neuroscienziato.
Lo studio è stato pubblicato la settimana scorsa sulla rivista “Neuroscience&Biobehavioral Reviews”.
Un’altra osservazione, derivata dalla ricerca, è che i maschi – sebbene abbiano un cervello più grande delle donne – non hanno dimostrato di avere capacità cognitive più avanzate.
Inoltre lo studio di un cervello insolitamente grosso non ha portato alla conclusione che il detentore fosse più performativo nei test d’intelligenza.