Tecnologia: ipad e Mac anche in berbero, la grande novità della Apple

MeteoWeb

iOS9 include il Tamazight, tra gli alfabeti più antichi al mondo

L’Iphone, l’Ipad e il Mac adesso parlano anche berbero. L’annuncio risale al 2012, ma e’ rimasto poco piu’ che una promessa per tre anni. Soltanto ora, con il nuovo sistema operativo iOS9, Apple ha inserito la lingua Tamazight tra le lingue della sua tastiera. Il gigante di Cupertino segue, migliorandolo, l’esempio di Microsoft che aveva incluso il berbero in Windows8. Nelle impostazioni generali basta scegliere l’opzione Tamazight e in pochi semplici passaggi e’ possibile comunicare nella lingua di origine camitica, non semitica come l’arabo, scritta in caratteri che ricordano il cirillico e il greco antico.

ios-9-apple-aggiornamentoL’attuale re del Marocco Mohammed VI ne ha riconosciuto ufficialmente lo status di lingua nel 2011, anche se probabilmente e’ la lingua che parlavano gia’ il valoroso Massinissa e l’imperatore di Roma Settimio Severo e, ancora, San Vittore e Sant’Agostino. Tutti personaggi originari del Maghreb, dal Marocco all’Egitto, zona che il popolo amazigh abita almeno dal 20.000 avanti Cristo, secondo le testimonianze che arrivano dal paleolitico e come confermano i geroglifici egizi del 3.000 a.C. In Marocco i cartelli ufficiali, come quelli che indicano i nomi delle scuole o gli uffici pubblici, sono scritti anche in berbero oltre che in arabo e in francese. Oggi i berberi abitano i villaggi sparsi sulla catena montuosa dell’Atlante. Fieri della loro storia, tramandano la lingua di generazione in generazione; il loro orgoglio si riconosce nella lettera “Z” dell’alfabeto che sembra un omino stilizzato e che traduce in un simbolo la parola “amazigh”, ovvero “uomini liberi”, mai sottomessi dall’Islam. Se anche Google seguira’ l’esempio, aggiornando il sistema Android e il browser Chrome, il berbero entrera’ di diritto pure nelle lingue della tecnologia