Tumori: il 25% delle morti sono causate da sovrappeso e obesità

MeteoWeb

In Italia una persona su dieci è in sovrappeso e una su cinque è obesa, una tendenza che è cresciuta nel tempo

“Circa il 25% delle morti per cancro sono causate da sovrappeso, obesita’, aumento della circonferenza addominale, cattive abitudini alimentari e assunzione di alcol”. A dirlo e’ Annarita Sabbatini, responsabile del Servizio di Dietetica e Nutrizione clinica dell’Istituto Europeo di Oncologia (Ieo). Non e’ quindi un caso se l’Ieo aderisce all’Obesity Day, Giornata nazionale di sensibilizzazione su sovrappeso e salute promossa dall’Associazione di Dietetica e Nutrizione Clinica Italiana. Domani, dalle 9 alle 16, l’Istituto aprira’ le sue porte per offrire alla cittadinanza interventi di educazione e informazione nutrizionale: saranno a disposizione i dietisti del Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Ieo, per valutare il peso e la circonferenza addominale e fornire consigli nutrizionali per una corretta alimentazione. La partecipazione alla giornata e’ libera e gratuita, e non e’ necessaria la prenotazione. In Italia, ricorda l’Ieo, una persona su dieci e’ in sovrappeso e una su cinque e’ obesa, una tendenza che e’ cresciuta nel tempo. “Negli ultimi 50 anni – spiega Sabbatini – i consumi alimentari degli italiani sono radicalmente cambiati, in particolare e’ cresciuta l’assunzione di proteine di origine animale, di grassi animali e di zuccheri semplici, a fronte di una riduzione del consumo di carboidrati complessi”. L’apporto calorico giornaliero individuale ha registrato un incremento del 22,7%, passando da una media di circa 2.900 kcal a 3.600 kcal al giorno, con conseguenze estremamente negative non solo sulla salute, ma anche sulla spesa pubblica”. Si stima che i costi diretti per l’obesita’ siano di circa 22 miliardi di euro ogni anno, e che il 64% di questa cifra sia spesa per l’ospedalizzazione dei pazienti. “A fronte di queste evidenze – conclude Sabbatini – non possiamo sottrarci ad aderire alla Campagna Nazionale contro l’Obesita’ e fare la nostra parte, attivamente, nell’educare la cittadinanza a stili di vita consapevoli e salutari”.