Usa: il dentista che uccise Cecil non sara’ incriminato, “aveva tutti i permessi in regola”

MeteoWeb

Le autorita’ del Zimbabwe hanno così sentenziato sulle sorti del dentista che durante una battuta di caccia uccise atrocemente il leone, “aveva un permesso regolare per la caccia”

James Walter Palmer, il dentista americano che ha ucciso il leon Cecil non sara’ incriminato: lo hanno annunciato le autorita’ dello Zimbabwe. L’americano era infatti in possesso di un “permesso regolare” per la caccia, scrivono i media locali. L’annuncio e’ arrivato – secondo quanto riportano alcuni media Usa – dal ministro dell’ambiente del Paese africano, Oppah Muchinguri-Kashiri, che ha spiegato che Palmer aveva aveva “tutti i permessi in regola” per effettuare la battuta di caccia. L’uccisione di Cecil, un leone maschio di 13 anni morto dopo una lunga agonia, ha suscitato un’ondata di sdegno in tutto il mondo. Il dentista, pero’, si era difeso dicendo: “Se avessi saputo che questo leone aveva un nome e che era importante per il Paese, ovviamente non l’avrei ucciso. Nessuno nel nostro gruppo di cacciatori lo sapeva”.