A Rimini via a Ecomondo, imperdibile appuntamento “green”

MeteoWeb

Il Ministro Galletti: “oggi impresa o verde o condannata a rimanere indietro”

Un grande appuntamento che fino al 6 novembre fara’ di Rimini il punto di riferimento per la green economy con 1.200 aziende che occupano per intero i 16 padiglioni del quartiere fieristico romagnolo e oltre 100mila operatori attesi da 90 Paesi. Al taglio del nastro il presidente di Riminifiere, Lorenzo Cagnoni, il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e il ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti che ha sottolineato la centralita’ dell’economia verde: “Oggi l’impresa o e’ verde o e’ condannata a rimanere indietro”. Una giornata intensa, quella inaugurale. Che ha visto la partenza anche della quarta edizione degli Stati Generali della Green Economy. La prima delle due giornate e’ stata l’occasione per la presentazione della prima Relazione sullo stato della green economy in Italia. Solo una piccola parte dell’importante contenuto di approfondimento del Salone fatto di duecento convegni e oltre mille relatori. Molti dei quali all’insegna dell’economia circolare che punta all’utilizzo, nel ciclo produttivo, di materie ‘prime’ e ‘seconde’ superando i paradigmi economici attuali.

stati-generali-green-economy“Abbiamo lavorato – ha detto Cagnoni inaugurando il salone – per offrire a espositori e visitatori una reale vetrina mondiale, promuovendo la nostra proposta in 53 Paesi. Un lavoro che ha prodotto grandi risultati. Ospiteremo 500 buyers stranieri e attendiamo visitatori da 90 Paesi. Abbiamo una platea eccellente di giornalisti esteri. Ricordo che a fine mese debuttera’ Ecomondo in Brasile. E’ dunque il tratto internazionale che caratterizzera’ queste giornate a Rimini Fiera”. E se Bonaccini, ricordando il profilo europeo del Salone ha ricordato quanto fatto dalla Regione che guida sui temi ambientali: “Firmiamo qui un Accordo di Programma per finanziare con 20 milioni il ripascimento di tutta la costa regionale; lavoriamo ad una Legge sul consumo del suolo che sia a saldo zero; abbiamo approvato una legge regionale sui rifiuti per salire al 73% di raccolta differenziata, e arrivare al -20% di rifiuti procapite entro il 2020; fra poche ore partiremo per gli Usa per dialogare con il Governatore della California sulle direttrici efficaci per la riduzione delle emissioni; infine, grazie ai fondi europei, accederemo a 104 milioni di euro a favore della mobilita’ sostenibile”.

galletti-2 Il ministro Galletti, infine, si e’ complimentato con gli organizzatori: “Quel futuro di cui avevo parlato lo scorso anno – ha detto – e’ un po’ piu’ presente, iniziamo a parlare di temi che oggi sono un po’ piu’ attuali. Quello del rapporto tra economia e ambiente e’ un’evidenza assoluta di questo connubio. Sono green le imprese che hanno trainato e stanno trainando la ripresa italiana. Abbiamo confermato che l’impresa o e’ verde o e’ condannata a rimanere indietro. 18 anni fa quando si dicevano queste cose si rischiava di passare per visionari. Ora dobbiamo uscire dalla trappola della Green economy. Tutta l’impresa deve diventare verde anche quella pesante”. Ecomondo sempre piu’ punto di riferimento. Anche grazie ai tanti appuntamenti che la affiancano all’interno della Fiera: Key energy sull’Energia e della Mobilita’ Sostenibile in Italia; Key wind, per le aziende del settore eolico; Key energy white evolution sull’efficienza energetica; Sa.lve il salone biennale del veicolo per l’igiene urbana; H2R Mobility for Sustainability; Cooperambiente, il salone del sistema cooperativo legato alliambiente; e Condominio eco con le soluzioni tecnologiche per gli immobili residenziali