Aereo Sinai, l’Isis l’avrebbe abbattuto con un missile Igla sottratto dall’arsenale di Gheddafi

MeteoWeb

La cellula egiziana del sedicente Stato islamico (Is) avrebbe abbattuto sabato scorso l’aereo russo che sorvolava il Sinai con un missile di tipo ‘Igla’, sottratto all’arsenale bellico della Libia dopo la caduta del regime di Muammar Gheddafi. Lo scrive il quotidiano giordano ‘al-Rai al-Youm’, che sostiene di aver ottenuto le notizia da “fonti informate”. Secondo queste fonti, negli ultimi tempi i miliziani dell’Is nella penisola del Sinai avrebbero monitorato gli orari di partenza delle compagne aeree russe dagli aeroporti egiziani. Per colmare i limiti in termini di raggio di azione rispetto a un velivolo civile in alta quota, i jihadisti potrebbero aver lanciato da una montagna nel Sinai il missile ‘Igla’, che è di fabbricazione russa, è dotato di guida a infrarossi, ma non supera i 3,5 km di gittata. La decisione dell’Is di colpire un volo russo di linea in Egitto sarebbe maturata – sostiene al-Rai al-Youm – dopo il fallimento nel mese scorso di un piano per il rapimento dell’ambasciatore russo in Libano, Alexander Zasypkin.