Alluvione Calabria, Falcomatà: “settimane per tornare alla normalità, colpiti dalla morte del giovane operaio”

MeteoWeb

“Stiamo procedendo alla definizione dei danni provocati dal maltempo e nel frattempo continuiamo a coordinarci con l’unita’ di crisi della Prefettura per verificare il piano di ripristino dei punti di criticita’ su tutto il territorio della citta’metropolitana. Ci vorra’ qualche settimana per tornare alla normalita’ ma i tecnici stanno lavorando 24 ore su 24”. E’ quanto dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomata‘ il giorno dopo l’alluvione che ha colpito la Calabria provocando pesanti disagi alle vie di comunicazione in tutta l’area sud della regione.

LaPresse/Adriana Sapone
LaPresse/Adriana Sapone

“In queste ore – aggiunge Falcomata‘ – siamo rimasti colpiti dalla scomparsa del giovane operaio di San Roberto, morto mentre lavorava al ripristino dell’illuminazione pubblica del centro pedemontano. Alla sua famiglia la vicinanza di tutta l’Amministrazione di Reggio Calabria. Negli ultimi due giorni migliaia di volontari hanno lavorato senza sosta, giorno e notte, per ripulire le strade e rimuovere i detriti in tutti i centri della provincia. Sono l’esempio della Calabria migliore, della Calabria che si rialza. Il mio pensiero – dice ancora il primo cittadino – va alle forze dell’ordine, alla protezione civile, agli operai, ai tecnici dei Comuni ed ai sindaci della citta’ metropolitana che hanno affrontato questa emergenza in prima linea. Ringrazio il Presidente Matteo Renzi, il Ministro Graziano Delrio e il Presidente dell’Anci Piero Fassino per la prontezza con la quale hanno risposto al nostro appello. La dichiarazione dello stato d’emergenza ci consentira’ di procedere rapidamente al ripristino delle principali criticita’ – conclude il sindaco – subito dopo, con il supporto del Governo e con i fondi destinati alla prevenzione del rischio idrogeologico, avvieremo il piano degli interventi strutturali necessari ad evitare che episodi del genere si verifichino nuovamente”.