Alluvione Calabria, strade chiuse per frane e inondazioni: il punto sulla viabilità

MeteoWeb

Proseguono dalla notte scorsa i presidi e gli interventi delle squadre Anas su numerose strade statali della Calabria a causa delle intense precipitazioni delle ultime ore che hanno provocato allagamenti e disagi alla circolazione. Lo rende noto l’azienda in una nota. Permane la chiusura al traffico, per allagamenti, di un tratto della strada statale 106 in corrispondenza del centro abitato di Bovalino Ardore, in provincia di Reggio Calabria. L’intero tratto colpito dal maltempo interessa i comuni di Bianco, Brancaleone, Bovalino, Ardore e Locri con allagamenti diffusi e rallentamenti. Sempre sulla statale 106, a causa di una forte mareggiata, e’ stato chiuso il tratto in corrispondenza del km 66,000 nel comune Brancaleone, dove sia la sede stradale che la linea ferroviaria parallela risultano seriamente danneggiate. Sulla 106, a Ferruzzano, a causa di una frana il traffico e’ provvisoriamente bloccato. Inoltre nel catanzarese sulla statale 182 al confine tra i comuni di Chiaravalle e Torre Ruggero, una frana blocca la circolazione e le squadre Anas stanno gia’ operando per cercare di liberare una corsia. Alle ore 13 circa la circolazione e’ tornata alla normalita’ sulla statale 682 Ionio Tirreno al km 32 ed e’ stato riaperto al traffico lo svincolo di Gioiosa Ionica. Sulla statale 18 “Tirrena Inferiore” e’ chiuso un tratto in localita’ Barritteri a causa di alberi e detriti sulla sede stradale, sono gia’ in corso le attivita’ di rimozione. Sempre sulla 18 circolazione regolare, in localita’ Bagnara dove si sono concluse le attivita’ di rimozione di massi caduti nella notte sulla sede stradale. Nel cosentino lungo la statale 481 in corrispondenza del km 17,000 proseguono gli interventi del personale Anas per rimuovere fango e detriti dal piano viabile. Il tratto non e’ chiuso al traffico. Le squadre Anas, con i Vigili del Fuoco e la Polizia stradale, sono costantemente impegnate sui tratti stradali e non si segnalano incidenti o feriti.