Ambiente: i cambiamenti climatici favoriscono l’aumento dei pinguini di Adelia

MeteoWeb

Secondo un recente studio, lo scioglimento dei ghiacciai porterebbe ad aumento della popolazione dei pinguini di Adelia

Non solo estinzioni. Secondo alcuni recenti studi, i cambiamenti climatici potrebbero portare ad un aumento della popolazione del pigoscelide di Adelia, una delle specie di pinguino più diffusa in Antartide. Infatti, lo scioglimento dei ghiacciai libera un vasto numero di aree costiere rocciose, utilizzate dalla specie per la riproduzione. La ricerca pubblicata sulla rivista BMC Evolutionary Biology, ha analizzato l’impatto dei cambiamenti sullo sviluppo dei pinguini in un arco di tempo di 22 mila anni. L’esperimento ha preso in esame il DNA mitocondriale di 56 pinguini. Dagli ultimi dati è emerso che, negli ultimi 14 mila anni i pinguini di Adelia sono aumentati di 135 volte proprio grazie allo scioglimento dei ghiacciai. L’aumento della popolazione significa che, le condizioni climatiche sono migliori rispetto a quelle dell’ultimo periodo glaciale. Infatti, l’autrice dello studio Jane  Younger dell’università della Tasmania ha spiegato che “lo scioglimento dei ghiacciai sembra essere stato un fattore determinante nel corso dei millenni per la proliferazione del pinguino di Adelia”. “Esaminare le risposte di questi uccelli al cambiamento climatico passato significa poter prevedere come risponderanno in futuro. Finora la ricerca si e’ concentrata sui cambiamenti a breve termine, di anni e decenni, ma il cambiamento climatico in atto rischia di avere effetti nell’arco di millenni”. Ovviamente, ci sono tanti elementi che potrebbero minacciare la vita dei pinguini, soprattutto la disponibilità di cibo.

i.