Cile: al via i lavori per la costruzione del telescopio più grande del mondo

MeteoWeb

“Qui, nel deserto di Atacama stiamo costruendo il progresso scientifico dei prossimi 12 anni. Diamo il benvenuto a tutti i progetti e contributi che potranno aiutare lo sviluppo di questo grande progetto”

In Cile sarà costruito il più grande telescopio al mondo. Un team di scienziati e astronomi internazionali si è riunito sulle Ande per inaugurare l’inizio dei lavori del “Magellano gigante”, strumento che potrà aiutare gli studiosi ad analizzare più a fondo i misteri dell’Universo. Ci vorrà qualche anno per completare il progetto: il telescopio entrerà in funzione nel 2021, ma le sue immagini saranno almeno 10 volte superiori qualitativamente e più nitide di quelle del telescopio Hubble; inoltre sarà 20 milioni di volte più sensibile dell’occhio umano. La base è nel deserto di Atacama, dove la visione della volta celeste è nitida e spettacolare e le stelle sono avvolte da una notte scurissima. Per realizzarlo saranno combinati 7 enormi specchi, ciascuno con un diametro di 8 metri e mezzo, i quali, tutti insieme, formeranno un diametro di 25 metri. Grazie al “Magellano gigante” si potrà studiare il cosmo, le stelle, le altre galassie. Potrebbe addirittura aiutare gli studiosi a trovare vita sui pianeti al di fuori del Sistema solare e guardare verso la prima luce dell’Universo. Alla cerimonia di inaugurazione era presente anche anche la presidente del Cile, Michelle Bachelet. “Qui, nel deserto di Atacama – ha detto – stiamo costruendo il progresso scientifico dei prossimi 12 anni. Diamo il benvenuto a tutti i progetti e contributi che potranno aiutare lo sviluppo di questo grande progetto”.